BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

#FencingMob16, il Donizetti si trasforma in pedana grazie a Scherma Bergamo fotogallery

Il Teatro Donizetti si è trasformato in una gigantesca pedana durante il #FencingMob16, con oltre 70 atleti di Scherma Bergamo.

Un’altra edizione da record. Il #Fencingmob16, il flash mob di scherma più grande del Mondo promosso dalla Federazione Italiana Scherma, domenica scorsa per il terzo anno consecutivo ha invaso le piazze, portando lame, maschere e divise fuori dai confini delle palestre e dei palazzetti.

La Scherma Bergamo, con più di 70 allievi che sfilavano per il Sentierone di Bergamo, ha sviluppato la sua coreografia davanti al Teatro Donizetti tra gli applausi dei passanti che, incuriositi, hanno assistito all’evento.

Un evento che nel mondo ha coinvolto oltre 7000 persone, con protagoniste 111 città di 27 paesi diversi: dall’Italia alla Germania, dall’Australia all’Argentina, passando dagli Stati Uniti alla Costa d’Avorio, dalla Repubblica Dominicana ad Hong Kong, toccando anche Finlandia, Ungheria, Messico, Brasile, Paraguay, Bulgaria, Ucraina, Cile, Romania, Colombia, India, Belgio, Spagna, Francia, Danimarca, Inghilterra, Taiwan e Puertorico.

Nella stessa giornata, a Carnago (Va), è andato in scena il primo trofeo stagionale, che ha regalato anche il primo podio dell’attività agonistica 2016/17 per la Scherma Bergamo, grazie al meritato 2º posto di Giacomo Gazzaniga nella categoria assoluti, sconfitto di misura in finale per 15 stoccate a 14 dall’Aviere Gabriele Bino.

Nella stessa competizione si classificano al 29° posto Alessandro Lodetti, al 33° Mario Villa, al 35° Roberto Piazza, al 46° Tommaso Casati e al 59° posto Andrea Picco. Nella spada femminile l’unica atleta partecipante Veronica Galli si classifica al 22° posto.

La giornata di domenica 18 settembre è terminata con un premio al merito sportivo consegnato dal Comune di Romano di Lombardia al concittadino Giuseppe Di Bernardo. Un premio dovuto ai risultati eccellenti ottenuti nel settore Master categoria 1 di spada (40-49 anni), con il merito non solo di aver raggiunto podi e medaglie importanti ma di aver iniziato da poco tempo (solo 4 anni) in una categoria di veterani ed atleti illustri, terminando la stagione all’8º posto del ranking su più di 130 atleti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.