BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, i luoghi della cultura aprono le porte: eventi e mostre gratuiti in musei e biblioteche

I luoghi pubblici della Cultura di Bergamo aprono le porte per le Giornate Europee del Patrimonio. Il 24 e 25 settembre eventi e mostre gratuiti in musei, biblioteche e orto botanico

Nel weekend del 24 e 25 settembre a Bergamo, in occasione delle giornate Europee del Patrimonio, aprono le porte dei luoghi culturali pubblici, cosi i bergamaschi e tutti gli stranieri potranno visitare gratuitamente i musei, le biblioteche e l’orto botanico per scoprire il patrimonio di Bergamo e la sua reale eredità culturale. Ogni luogo di cultura racconta un pezzo della sua storia, un dono ricevuto, un progetto da condividere o un servizio offerto al cittadino.

Queste giornate sono state ideate dall’Unione Europea per favorire la conoscenza e lo scambio reciproco in ambito culturale e rafforzare il senso di cittadinanza europea, con l’obiettivo di raccontare la storia del nostro patrimonio, che è una storia fatta di donazioni antiche, nuove e altre molto recenti, come i doni del collezionista Severo Radaelli che saranno presentati per la prima volta all’interno degli spazi Gamec. Un esempio del dono che i cittadini faranno alla città rendendo pubblico un patrimonio che prima era velato.

“Abbiamo invitato tutte le istituzioni che hanno in gestione un patrimonio pubblico comunale – racconta l’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti – ad aderire alle Giornate Europee del Patrimonio sotto un progetto unitario. “Un patrimonio in Comune” racchiude tutte le iniziative per raccontare alla città il senso del “dono” da cui hanno avuto origine i nostri musei, e la responsabilità che abbiamo di trasmettere alle nuove generazioni la cura e il rispetto di questa preziosa eredità culturale. Invito tutti i cittadini ad approfondire la conoscenza del loro patrimonio, perché la partecipazione alla vita culturale è un diritto di tutti e un dovere delle politiche di chi amministra la città.”

Quest’anno si costruisce una ricca offerta culturale, un percorso che attraversa gran parte della città, con uno straordinario racconto corale che rende bene l’idea della ricchezza e della dimensione “diffusa” del Patrimonio culturale cittadino: dall’Accademia Carrara alla GAMeC, dall’Orto Botanico ai Musei civici Archeologico e di Scienze Naturali, dal Museo Donizettiano alla Fondazione Bergamo nella storia, dalla Biblioteca Angelo Mai alla Tiraboschi.

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI

  • Biblioteca Civica Angelo Mai
    Piazza Vecchia, 15
    24 settembre, dalle 15.00 alle 18.00 – 25 settembre, dalle 10.00 alle 18.00
    Visite guidate con cadenza oraria
    Gli eredi siamo noi!: Aperta grazie a una donazione, la Biblioteca Civica di Bergamo ha potuto arricchire il proprio patrimonio con preziosi lasciti di privati cittadini. Un percorso nelle sale monumentali aperte al pubblico consentirà ai visitatori, guidati dal personale e dai volontari dell’Associazione Amici della Biblioteca, di conoscere alcuni tra i doni più rappresentativi( come i globi seicenteschi di V.M. Coronelli)
    Prenotazione consigliata: info@bibliotecamai.org

 

  • Biblioteca Tiraboschi
    Via San Bernardino, 74
    24 settembre, dalle 10.00 alle 17.00 – 25 settembre, dalle 10.00 alle 12.00
    Visite guidate con cadenza oraria
    Non solo libri: il percorso prevede una visita alla struttura della biblioteca, con spiegazioni dei principali servizi erogati e particolare riguardo ai nuovi servizi web, illustrati con proiezione di slides e partecipazione interattiva del pubblico presente. Il fine è far conoscere la ricchezza del patrimonio posseduto e le potenzialità degli accessi alla rete internet a disposizione di tutti gli utenti iscritti alla biblioteca. Prenotazione consigliata:bibliotecatiraboschi@comune.bg.it

 

  • Museo Civico di Scienze Naturali Enrico Caffi
    Piazza Cittadella, 10
    24 settembre, dalle 15.00 alle 17.00
    Visite guidate con cadenza oraria
    Esporre la natura per conoscerla e proteggerla: il museo conserva ed espone reperti relativi a diverse discipline: geologia, paleontologia, zoologia ed etnografia. Dal 1871, data della prima apertura al pubblico, il patrimonionaturalistico scientifico si è arricchito grazie alle numerose donazioni dei cittadini, ed è testimonianza concreta dei mutamenti che il nostro territorio ha attraversato nel corso delle ere geologiche fino ai nostri giorni.

 

  • GEOLAB
    Piazza Cittadella, 3
    25 settembre, dalle 15.00 alle 17.00
    Laboratorio per bambini dai 7 anni
    Fossili: cosa troviamo… cosa lasceremo?: Se le ammoniti sono per l’uomo moderno testimonianza di un mare ormai scomparso, quale sarà l’eredità culturale della nostra epoca: l’Antropocene? I giovani visitatori si cimenteranno con uno scavo paleontologico che metterà a confronto i fossili, dono del passato, e i fossili urbani, tracce che l’uomo lascerà dietro di sé. Prenotazione obbligatoria: adn@museoscienze.bergamo.it

 

  • Civico Museo Archeologico
    Piazza Cittadella, 9
    25 settembre, dalle 16.30 alle 17.30
    Visita guidata
    Storia di un territorio tra due fiumi: La mostra “Dal Serio al Cherio. Ricerche archeologiche lungo il canale di irrigazione del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. ” presenta interessanti ritrovamenti di epoca preromana e romana che offrono un nuovo quadro del popolamento della pianura bergamasca.

 

  • Area Archeologica di Vicolo Aquila Nera
    Vicolo Aquila Nera 24 e 25 settembre, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00 – 24 settembre, dalle 21.00 alle 22.00 Apertura straordinaria
    La città invisibile: L’area archeologica di Vicolo Aquila Nera consente di osservare lo spaccato millenario della città: dai resti di una domus romana, alle strutture tardo-romane e altomedievali, fino agli edifici ottocenteschi.

 

  • Torre del Gombito
    Via Gombito
    24 settembre, dalle 20.00 alle 24.00
    Apertura straordinaria
    I 263 gradini: Scalare, in orario serale, i gradini della torre medievale, scavati dal tempo e dall’uso, permette di raggiungere la terrazza panoramica che offre la vista a 360° delle due città. Si potrà così cogliere la storia e l’evoluzione del territorio. Prenotazione obbligatoria: 035 242226; turismo@comune.bg.it. La visita non sarà possibile in caso di maltempo

 

  • Orto Botanico Lorenzo Rota
    Scaletta di Colle Aperto
    25 settembre, dalle 20.30 alle 22.00
    Laboratorio interattivo
    Per fare un albero ci vuole… il teatro!: Cosa sente il nostro albero interiore? Basta un pizzico di fantasia per scoprire il mondo magico della nostra natura, con giochi teatrali, musica e tanto divertimento.

 

  • Sala Viscontea
    Piazza Cittadella 25 settembre, dalle 19.00 alle 22.00
    Apertura straordinaria
    Funghi: storia e scienza da un altro Regno: Una mostra per conoscere il ruolo dei funghi nei diversi ecosistemi e nella storia dell’alimentazione umana.

 

  • Casa Natale di Gaetano Donizetti
    Via Borgo Canale, 14
    24 e 25 settembre, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
    Visite guidate con cadenza oraria
    Da Donizetti al Donizetti: Osservare il modello in scala del Teatro Donizetti permetterà al visitatore di conoscerne la storia, le caratteristiche e il funzionamento e di scoprire i segreti e le magie della macchina scenica. Prenotazione consigliata: fondazione@donizetti.org

 

  • Convento di San Francesco
    Piazza Mercato del fieno, 6/a
    24 settembre, dalle 20.00 alle 23.00
    Apertura straordinaria
    Il Convento di San Francesco: un patrimonio da riscoprire: Fondazione Bergamo nella storia e l’Associazione Amici del Museo storico di Bergamo aprono le porte del Convento di San Francesco e si raccontano attraverso staff e soci. Una grande occasione per scoprire un luogo unico e suggestivo nel cuore di Città Alta.

 

  • Museo Donizettiano
    Via Arena, 9 25 settembre, dalle 16.00 alle 17.00 e dalle 17.00 alle 18.00
    Visite guidate con cadenza oraria
    Un Museo in dono: Alla scoperta delle origini del Museo Donizettiano, nato grazie alla generosa donazione della famiglia Rota Basoni Scotti. Un invito a scoprire l’eredità culturale di Gaetano Donizetti attraverso cimeli, documentazioni scritte, dipinti e sculture, il tutto con il sottofondo musicale delle opere da lui composte. Prenotazione obbligatoria: 035 247116

 

  • GAMeC
    Spazio Caleidoscopio Via San Tomaso, 53
    24 e 25 settembre, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
    Grafica Europea in dono. Da una Collezione: La mostra presenta al pubblico un nucleo di opere di artisti moderni, dono del collezionista Severo Radaelli: disegni, incisioni, dipinti realizzati da personalità di spicco, quali Pierre-Albert Marquet, Sanyu (Chang Yu), Jean Fautrier e Dorothea Tanning. La mostra rimarrà aperta fino al 2 novembre.

 

  • Spazio ParolaImmagine
    24 settembre, ore 15.00
    My Place/My Text – Oltrevisioni: Cerimonia conclusiva del primo anno del progetto L’appuntamento chiude il percorso che quest’anno ha coinvolto un gruppo di 17 ragazze tra i 16 e i 23 anni, migranti di “seconda generazione”, nell’elaborazione di un catalogo della Collezione Permanente della GAMeC, al fine di progettare nuove modalità di dialogo tra il museo e i loro coetanei.

 

  • Accademia Carrara
    Piazza Giacomo Carrara, 82
    25 settembre, dalle 16.00 alle 17.30
    Pomeriggio di riflessioni
    Carrara: un cantiere di identità: L’Accademia Carrara, luogo di dialogo e di confronto, ti invita a riflettere sul patrimonio culturale quale risorsa per la costruzione di una identità condivisa. Dudù Kouate, Anita Gazner, Maida Ziarati, mediatori museali, e gli studenti del Liceo Manzù mostreranno ai visitatori come il significato delle opere e il loro valore si rinnovino continuamente grazie all’interazione con chi le guarda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.