BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Tra Lombardia e Marche, Team Colpack a segno con Attilio Viviani e Filippo Zaccanti

Altra domenica da incorniciare per il Team Colpack che nel giro di poche ore ha inanellato un’altra serie di due vittorie tra Lombardia e Marche.

BERNAREGGIO – Un anno dopo è ancora il veronese Attilio Viviani del Team Colpack a lasciare il segno sul traguardo brianzolo di Bernareggio. Nel 26° Trofeo Lampre ha battuto in uno sprint ristretto Luca Limone (Overall Cycling Team) e Matteo Moschetti (Viris Maserati). Settimo posto per Nicolas Dalla Valle.
La squadra orobica, nell’occasione diretta da Oscar Pelliccioli, si è fatta trovare pronta nella fase decisiva della corsa: attacco di undici uomini nella seconda metà di gara, il gruppo non reagisce a dovere e gli attaccanti arrivano al traguardo dove il fratello del campione olimpico Viviani battezza tutti quanti in volata andando a centrare la sua seconda vittoria personale della stagione su strada.
“Attilio, insieme a Nicolas Dalla Valle, sono stati bravi ad inserirsi nella fuga giusta. Dalla Valle ha fatto un grande lavoro si è messo a disposizione del compagno e gli ha tirato la volata iniziando a tirare già dall’ultimo chilometro e mezzo e poi Viviani ha vinto lo sprint. Per lui si tratta di un bis su questo traguardo dove aveva vinto già lo scorso anno. Siamo contenti. Ci tenevamo a fare bene in questa manifestazione anche in virtù della collaborazione con Lampre e la famiglia Galbusera che organizzavano questo Trofeo”, ha commentato il direttore sportivo Gianluca Valoti.

OSIMO – Anche Filippo Zaccanti brinda al successo, il quarto personale della stagione, e si impone nel 29° Trofeo Rigoberto Lamonica ad Osimo (ad Ancona).
Lo scalatore bergamasco si è inserito nella fuga a sei che ha preso il largo quando al traguardo mancavano una cinquantina di chilometri. Da lì a poco sulla corsa si è scagliato un autentico nubifragio che ha reso proibitive le condizioni per i corridori. Il primo esito è stato quello di spaccare il gruppetto di testa: davanti sono rimasti solamente Zaccanti con il nazionale russo Stepan Kurianov e Jacopo Billi della General Store bottoli Zardini. Gli altri tre hanno provato a rientrare, ma sono poi stati riassorbiti dal gruppo. Infine la giuria e la direzione di corsa, viste le avverse condizioni atmosferiche, hanno deciso di accorciare la corsa di due giri, quindi una ventina di chilometri meno rispetto alla cronotabella originale. I tre battistrada si sono contesi il successo allo sprint con lo spunto vincente di Zaccanti.

EUROPEI – Sabato a Plumelec, in Francia, Simone Consonni, Filippo Ganna ed Edward Ravasi hanno difeso i colori della Nazionale Italiana Under 23 nella prova in linea dei Campionati Europei. Dopo la medaglia d’argento nella prova a cronometro ancora una bella prestazione per il piemontese Ganna che ha concluso al sesto posto, secondo migliore degli italiani dopo Vendrame che è salito sul terzo gradino del podio dietro al vincitore, il bielorusso Riabushenko e al belga Lambrecht.
Giornata no per Consonni che sull’ultima cote non ha avuto le gambe per restare con i migliori. Ravasi si è messo a disposizione della squadra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.