BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Nasce a Bergamo il futuro del crowfunding: si chiama Opstart e supporta la nuova imprenditoria

Alessandro Arioldi, Giovanpaolo Arioldi e Andrea Cantu hanno creato una piattaforma di crowdfunding che permette di sostenere una startup entrando a far parte del suo processo di avvio e di costruzione dell'azienda.

Dall’idea di tre ragazzi bergamaschi è nata quella che può essere definita l’evoluzione delle piattaforme di crowfunding: i fratelli Alessandro e Giovanpaolo Arioldi, nei panni rispettivamente di Ceo e presidente del Cda e di General Manager e consigliere, insieme ad Andrea Cantu, consigliere, amministrano infatti Opstart, giovane azienda con due sedi operative in via Calvi a Bergamo e in via Manzoni a Medolago.

Giovanpaolo Arioldi, quando è nata Opstart?

Opstart nasce da un’idea mia e di mio fratello nel 2014 ed è diventata realtà nell’aprile del 2015 con la costituzione della società e la richiesta di autorizzazione ad operare a Consob. Non è stato semplice, in 6 mesi abbiamo preparato il sito, ottenuto l’autorizzazione ad operare e iniziato le prime selezioni delle start-up. Coordinare le nostre attività di tutti i giorni con la nuova avventura ha reso più complicato un lavoro già di per se estremamente complesso ed impegnativo.

Prima di questa avventura di cosa vi occupavate?

Ci occupiamo tuttora delle nostre rispettive società ed attività, che a parte Alessandro, operano nel settore della finanza d’impresa.

Che cosa differenzia Opstart dalle altre piattaforme?

Riteniamo che il termine più corretto per definire la nostra attività sia “Crowdinvest”. Noi vogliamo creare opportunità d’investimento nei nuovi talenti imprenditoriali. Offriamo un network composto da consulenti, imprenditori, investitori, associazioni di categoria come Assolombarda di cui siamo partner accreditati; un programma di accelerazione d’impresa per le start up selezionate; un rigoroso metodo d’approccio e di selezione delle sole start up più promettenti in termini di potenziali opportunità di remunerazione e ritorno dell’investimento; il nostro network è in grado di organizzare eventi di club deal con investitori seriali e professionali dedicati a ciascuna delle start up che andremo a selezionare; pubblichiamo solo offerte in cui le start up hanno accettato di introdurre dei sistemi di controllo interno e patti parasociali a tutela degli investitori di minoranza; siamo molto attenti e severi nei criteri di valutazione pre money delle start up pubblicate, non accettiamo la pubblicazione di progetti con valutazioni assolutamente accademiche non giustificate da dati oggettivi e concreti; campagna marketing e comunicazione dedicata ad ogni singolo progetto offerto.

Perchè questa scelta?

La finanza sta cambiano e le risorse necessarie per le aziende non arriveranno più dalle Banche ma dagli investitori, appunto dal Crowd. Con la finanza alternativa crediamo di poter scardinare questo sistema creando connessione tra aziende in cerca di capitali e investitori in cerca di remunerazione; l’intenzione è quella di poter offrire questo tipo di servizio non solo per le aziende quotate in borsa ma per qualunque attività economica interessante ed attrattiva. Sviluppando una piattaforma di nostra proprietà ci consente di mettere in contatto, ma in modo innovativo, imprenditori e finanza, nel modo della finanza 2.0., con l’obiettivo di creare delle opportunità sai per nuovi ed emergenti talenti imprenditoriali, che per investitori in cerca di nuovi, innovativi, differenti forme di investimenti per i loro capitali o per i loro risparmi. Oggi con un piccolo investimento, chiunque può entrare a far parte, partecipare e condividere con l’ideatore stesso, il processo di avvio, di crescita e di sviluppo, della sua idea, trasformandola da tale, in un concreto progetto imprenditoriale condiviso, con l’obiettivo di costruire insieme un’azienda capace di creare valore economico e sociale per tutti.

Come vengono selezionati i progetti?

Avendo un approccio romantico, riteniamo che le start-up non debbano essere analizzate esclusivamente tra i freddi numeri dei Business Plan: vogliamo vedere negli occhi le persone che ci sono dietro le idee, vogliamo conoscere le persone che ci sono dietro al Team di lavoro. Non ci basta leggere un curriculum per capire il loro carattere, la loro personalità e la loro determinazione di un imprenditore, vogliamo incontrarli e conoscerli di persona. Ogni volta che ci troviamo tra le mani un progetto che riteniamo interessante, organizziamo incontri con gli startupper per analizzare ed approfondire nel dettaglio l’idea di business, il business plan, e tutte le caratteristiche e le peculiarità dell’intero progetto. Abbiamo sempre deciso di selezionare ed offrire solo progetti di qualità con solide basi per avere la più elevata probabilità di individuare ed offrire degli investimenti di successo, con ritorni interessanti sia per gli ideatori che per gli investitori.

I primi due che avete supportato sono andati alla grande: attualmente state valutando altre proposte? Potete anticiparne qualcuna?

Fortunatamente siamo sempre in fase di valutazione di nuove proposte, ed abbiamo già pronte delle nuove ed interessanti offerte per l’autunno-inverno, ma la garanzia sulla massima riservatezza, che assicuriamo agli imprenditori ed alle start up con cui entriamo in contatto e che ci presentano i loro progetti, ci impone di svelare le carte solo nel momento in cui avremo deciso e concordato con gli imprenditori di pubblicare sul portale la loro offerta, iniziando cosi la campagna marketing di comunicazione dedicata al progetto stesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.