BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

A Pontida si rinsalda l’asse Lega-Forza Italia, Salvini: “Unica alternativa a Renzi” fotogallery video

Si è concluso a Pontida il vertice trilaterale dei governatori del centrodestra del nord: Roberto Maroni, padrone di casa per la Lombardia; Giovanni Toti per la Liguria e Luca Zaia per il Veneto: “L’unica vera alternativa al governo Renzi“, ha detto il segretario federale del Carroccio Matteo Salvini, presente per celebrare il ventennale della dichiarazione d’indipendenza della Padania a Pontida.

Maroni a Pontida

Si tratta del secondo summit FI-Lega dopo quello andato in scena la scorsa settimana a Genova. Dal primo incontro era sgorgato un documento redatto in 9 punti sul tema dell’immigrazione e che verrà sottoposto alla conferenza Stato-Regioni e al premier Matteo Renzi. Tra le altre cose, il documento chiede al governo l’istituzione dello stato di emergenza e il rilancio del reato di immigrazione clandestina.

“Oggi si è parlato di Europa – ha detto Maroni -. Lombardia, Liguria e Veneto sono le tre regioni più ‘europeiste’, le regioni meglio governate e più integrate d’Europa. Per questo esprimiamo le nostre criticità verso un modello che non funziona: dall’immigrazione al fisco, dal sostegno alle imprese alle famiglie. Abbiamo elaborato un documento che riassume la nostra posizione critica nei confronti dell’Europa, rispetto a ciò che non fa e che fa in modo sbagliato. Queste critiche sono note, sono forti, perché noi contestiamo questa Europa così com’è organizzata”.

“Questo documento verrà presentato ai membri del Parlamento e della Commissione europea a ottobre – ha aggiunto il governatore lombardo – quando parteciperemo a una sessione che coinvolge le Regioni e le Città, e sarà l’occasione per esprimere ai membri del Parlamento e della Commissione la nostra posizione, che è quella di tre Regioni che sono le più europee e, proprio per questo, sono quelle meglio in grado di esprimere le proposte, di sottolineare le contraddizioni”.

“La scorsa settimana il Parlamento europeo ha definitivamente approvato la Strategia della Macroregione delle Alpi, EUSALP – ha sottolineato -: è un’ottima notizia, le nostre regioni sono arte integrante di questa nuova Macroregione, che comprende 48 Regioni europee, e vogliamo mettere a frutto questa partecipazione da tutti i punti di vista, cogliendone le opportunità e anche sottolineando gli errori che l’Europa fa e le lacune che deve colmare”.

“A questo appuntamento seguiranno altri due – ha concluso Maroni -: sulla riforma costituzionale, a Milano, nel cui ambito spiegheremo le ragioni del ‘no’ al referendum costituzionale e le nostre proposte, e poi uno in Veneto, sul tema del fisco. Tutti argomenti che riguardano direttamente la nostra attività di governo nelle Regioni, il rapporto con il Governo di Roma e’ quello con l’Europa”.

“Ci alleeremo con chiunque crede che questo concetto di Unione Europea sia superato – spiega Salvini -. Con chiunque crede che il futuro sia fuori dai vincoli europei e fuori dai confini della moneta unica. In questo senso, lunga vita alla Brexit. Dalle decisioni di questi tre governatori – conclude – passerà l’unica vera alternativa di governo a Renzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.