BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La capsula che raccoglie sogni atterra al Chiostro del Carmine fotogallery

Sogni registrati in una capsula di stoffa, leggera e volatile come un paracadute, sogni fatti di voce e d’aria, affidati alla custodia di un supporto audio, sogni del nostro tempo, probabilmente più “virtuali” di quanto le visioni oniriche non siano mai state.

È questo, forse, ciò che più affascina del progetto di Eva Frapiccini, artista visiva attiva tra Regno Unito e Italia, approdato al Monastero del Carmine grazie a Contemporary Locus e alla curatela di Paola Tognon. L’illusione cioè di “catturare” e “tesaurizzare” in digitale i sogni dell’umanità per un’eventuale fine dei tempi, straordinario gioco di specchi di un’epoca che sovrappone sempre
più il piano fisico della realtà e quello immateriale dei software, delle app, delle cloud.

Gli antichi i sogni importanti li incidevano nella pietra: innumerevoli ci sono giunte d’epoca greca e romana testimonianze – altari, stele, cippi – di formule imperative e pratiche oniromantiche quotidianamente frequentate dai popoli d’Europa. I sogni, allora, li mandavano gli dei. E dopo duemila anni sono ancora qui da toccare e, se si vuole, da immaginare.

Oggi che è l’inconscio a partorire desideri a paure, e la “realtà” dei sogni è magari più evanescente, l’uomo non ha però meno bisogno di credere alla malia delle visioni e alla loro potenza pre-logica.

Dreams' Time Capsule

E anche di affidarle, perché no, a un seducente progetto artistico, a una “Dreams’ Time Capsule” ipertecnologica che viaggia per il mondo in una valigia, mappando un’inedita e assai composita geografia del subconscio. Sogni che, come spiega l’artista, verranno restituiti ai loro “autori” nel 2018: “I sognatori riceveranno indietro i loro sogni via mail, chi a distanza di due, tre, ma anche di sette anni da quando il progetto si è avviato nel 2011. Poi ci sarà un’installazione sonora con il materiale audio delle persone che han partecipato, da Stoccolma, al Cairo, a Dubai, al Castello di Rivoli: qui a Bergamo probabilmente toccheremo quota 2000 sogni”.

In Città Alta l’originale struttura, suggestivamente collocata nel chiostro del monastero sede attuale del TTB, si è inaugurata in collaborazione con Bergamo Scienza (talk a tema del neurologo Alessandro Oldani e della psicoterapeuta Sonia Giorgi) e con il TTB (azione-spettacolo “Valzer di Musetta”) e sta richiamando un largo pubblico di curiosi e di aficionados del circuito orobico dell’arte contemporanea. I visitatori sono invitati a entrare nella capsula ad uno ad uno, a sedersi nel silenzio dello spazio vuoto ricavato all’interno, a raccontare il proprio sogno nel tempo a loro necessario.

Dreams' Time Capsule

Sono più i sogni o più gli incubi? “Sono molti sogni – precisa l’artista. Ma anche molti desideri. È un misunderstanding, però va bene perché si tratta di un progetto artistico, non ci siamo posti troppi vincoli”. Il progetto è itinerante e dopo Bergamo ci saranno nuove tappe di esposizione e di “raccolta”. D’altra parte i lavori di Frapiccini sono abituati a girare il mondo, come il precedente “Muri di piombo”, una serie di 50 fotografie scattate tra il 2004 e il 2006 sui luoghi delle stragi terroristiche degli anni Settanta in Italia che è stata esposta anche a Parigi, Mosca, Berlino, Rotterdam.

Per sabato 17 alle 18 sono previsti laboratori per bambini dove i più piccoli potranno disegnare i loro sogni su un aquilone, per poi farli volare; alle 21 visita guidata.
L’orario di visita è tutti i giorni, fino a domenica 18, dalle 18.00 alle 22.00.
Per informazioni www.contemporarylocus.it; 3497903295; www.teatrotascabile.org; 035242095

Dreams' Time Capsule

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.