BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Walter Bonatti, 5 anni fa la tragica scomparsa dell’uomo-avventura fotogallery

Cinque anni fa la scomparsa di Walter Bonatti, il più grande alpinista di tutti i tempi. Un uomo dal carattere difficile, ma con una passione per l'avventura ineguagliabile.

Sono passati già 5 anni da quando il mondo ha salutato per l’ultima volta Walter Bonatti. Proprio il mondo intero, perché di uomo di caratura mondiale si trattava. Probabilmente il più grande alpinista di sempre, uno scalatore leggendario, oltre ad un giornalista avventuroso e un fotografo d’eccezione.

Bergamo ha avuto la fortuna di vederlo crescere, di vedere sbocciare quelle passioni per le scalate e per la montagna, quelle grandi avventure che porterà avanti per tutti il resto della vita. Una vita fatta di grandi vittorie, come la conquista solitaria del Petit Dru, nel gruppo del Monte Bianco, o come la vittoriosa salita del Gasherbrum IV nel Karakorum, ma anche di tragiche sconfitte, come le giornate sul Pilone Centrale del Freney.

E poi la più grande sconfitta della sua vita, umana più che sportiva: quella partecipazione alla spedizione italiana sul K2, vittoriosa grazie alla conquista di Lacedelli e Compagnoni, ma anche tragica per la sua notte in bivacco a più di 8000m e per i mille silenzi al suo ritorno, reo di aver utilizzato le bombole di ossigeno dei suoi compagni. Non ha mai smesso di raccontare la verità, anche quando il mondo dell’alpinismo gli ha voltato le spalle.

Da quell’evento è saputo ripartire, ha iniziato la sua carriera giornalistica per “Epoca”, ed ha continuato le sue avventure in giro per il mondo: alla ricerca delle tigri nelle foreste asiatiche, in Patagonia, praticamente in ogni angolo del pianeta Bonatti c’era, e c’erano anche milioni di lettori che lo seguivano da casa, sulla poltrona, immaginandosi vicino a lui.

Un uomo dal carattere difficile, solitario e senza peli sulla lingua. Ha sempre sostenuto di trovarsi meglio in mezzo alla natura che nel mondo sociale. Ma al mondo oggi manca, sempre di più.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.