BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Kessie stratosferico, Masiello insuperabile. Bocciati Freuler, Kurtic e i due attaccanti

Più informazioni su

SPORTIELLO 5.5: Sto dalla sua parte. Siamo su scherzi a parte edizione bergamasca. Dopo essere stato per due anni il migliore della squadra e pure papabile come terzo portiere della nazionale, secondo Gasperini deve guadagnarsi il posto da titolare. Salva il risultato in almeno tre occasioni. Ma sulla punizione ha qualche colpa da dividere con la barriera che manco salta.
MASIELLO 7.5: Schierato a destra nella difesa a quattro, è quello che trae i maggiori benefici dalla svolta tattica di Gasperini. Decisivo a difendere, ancor più a recuperare immediatamente il risultato. Una domanda ci viene ovvia. Ma è solo un centrale, come lo aveva individuato Gasperini, che si smentisce schierandolo a destra.
KONKO 7: Non sbaglia quasi niente. Ottimo acquisto. Non in prospettiva, ma ci sta.
RAIMONDI 5: Entra al posto di Freuler quando Gasperini decide di passare a difendere a cinque. La sbornia di Genova non è ancora passata.
TOLOI 6: Prendiamo gol solo su punizione. Vale per lui quanto per Zukanovic. Entrambi sono dei centrali che giocando a quattro mostrano più sicurezza.
ZUKANOVIC 6: Vedi Toloi.
FREULER 5.5: Titolare un poco a sorpresa si limita al compitino. La serie A italiana non è il campionato svizzero, e per ora si sente.
KURTIC 5.5: Continua a non convincere. Messo a fare il Diamanti appena dietro le punte sembra anche poco convinto. Come dargli torto?
KESSIE 8: Godiamocelo fin che possiamo. Se de Roon ha portato 14 milioni, Kessie quanti ne vale? Dimostra grande personalità imponendosi ai compagni e a Gasperini per calciare il rigore. Quest’ultimo non gradisce: “È stato un episodio negativo, il gol non deve essere la cosa più importante”.
GRASSI 5: A Napoli non aveva giocato manco un minuto. Alla sua età il conto in banca non dovrebbe essere una priorità. Torna a Bergamo per ricostruire un’immagine di calciatore promettente. Accontentiamoci, ma questo non è il Grassi che ricordiamo.
D’ALESSANDRO 7: Le sue sgroppate tengono sempre in ansia la difesa del Toro. Deve sempre giocare titolare.
PINILLA 5: A sorpresa parte titolare. Una bella guerra a non incidere con Paloschi, che entra al suo posto al 50esimo.
PALOSCHI 5: Vedi Pinilla. Kessie gli nasconde il pallone per tirare il rigore. Meglio così. Ancora impalpabile. E l’espressione di Sartori in tribuna è tutta un cinema. L’acquisto più costoso e importante parte dalla panchina.
GOMEZ 6.5: Non è ancora il “Papu”. Ma questa volta incide e come. Furbissimo sull’episodio del rigore.
GASPERINI 7: Mette la giacca di Reja. E non mi riferisco all’abbigliamento per altro impeccabile, ma alla decisione di giocare a quattro dietro, sorprendendo tutti con un iniziale 4-3-1-2 nel quale stona Kurtic a sostegno delle punte. Il Torino senza Lijaic e Belotti è tanta manna e L’Atalanta ne approfitta. Non è giusto criticare dopo una vittoria, ma mi piacerebbe capire quale è il modulo preferito da Gasperini. Se lo chiede anche qualche giocatore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.