BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Clay Paky compie 40 anni: con la luce trasforma Città Alta in natura selvaggia

Cinque splendide location di città alta proiettate per magia in un altro mondo, quello della natura selvaggia: le scenografie luminose di Clay Paky, azienda bergamasca leader nella produzione di proiettori automatizzati, avvolgono Porta San Giacomo, la Torre della Campanella, Piazza Vecchia, la Torre del Gombito e piazza Mercato delle Scarpe in un gioco di luci che costituisce un percorso emozionante.

L’azienda, con sede a Seriate, in occasione della manifestazione internazionale “I Maestri del Paesaggio”, a Bergamo dal 7 al 25 settembre, propone infatti “Città Alta by Light”, pensato e realizzato dallo scenografo teatrale Sebastiano Romano.

“Tutte le installazioni – spiega l’amministratore delegato di Clay Paky Pio Nahum vogliono esaltare, attraverso la luce, le bellissime architetture esistenti creando un percorso culturale e non solo spettacolare. Valorizzando le caratteristiche storiche dei luoghi dove saranno create le installazioni e le spettacolari scenografie, Clay Paky dimostra ancora una volta la propria attenzione al territorio e alla sua cultura”.

A Porta San Giacomo un disegno di fasci luminosi che si alterna a una variopinta texture colorata che ricopre l’intera superficie architettonica crea una suggestione luminosa che esalta la maestosità del monumento e del leone di San Marco che vi troneggia in alto.

La superficie esterna e il passaggio interno della Torre della Campanella saranno illuminati da fari architetturali particolarmente adatti ad installazioni di questo tipo e in grado di creare differenti piani prospettici.

Il percorso porta poi in Piazza Vecchia che ospita l’evento principale della manifestazione: qui l’intervento luminoso è caratterizzato dall’uso di proiettori e videoproiettori insieme che creeranno una striscia luminosa capace di riprodurre l’effetto dell’acqua lungo tutto il perimetro della piazza. Il tema dell’acqua torna sulla facciata principale della Biblioteca Mai: una sequenza di filmati di cascate ne ricopriranno tutta la superficie architettonica, creando una suggestiva visione corredata da un accompagnamento sonoro.

Un grande fascio azzurro che sfuma in giallo avvolge invece la Torre del Gombito mentre Piazza Mercato delle Scarpe (nella foto di Giulia Crippa di Stezzano) sarà completamente ricoperta da immagini che richiamano ancora la natura selvaggia, con un “tappeto di fiori” proiettato sulla pavimentazione.

Nelle due piazze interessate dalla manifestazione ogni sera a partire dalle 21 andranno in scena degli spettacoli scenografici: alle 21 e alle 22 in piazza Mercato delle Scarpe, alle 21.30 e alle 22.30 in piazza Vecchia.

Il 2016 per Clay Paky è un anno speciale: l’azienda tagli infatti il traguardo dei 40 anni di attività, festeggiati all’interno di Casa Suardi con una mostra che racconta il Museum of Modern Showlighting e con la proiezione dei filmati vincitori delle tre edizioni del concorso video internazionale “Riprenditi la città, Riprenditi la luce”.

Il MoMS è un fiore all’occhiello dell’azienda, aperto proprio nella sede di Seriate: si tratta del primo museo europeo dedicato alla luce intesa come strumento che crea emozioni piuttosto che mero oggetto funzionale della fisica, uno spazio che mette in evidenza il carattere ludico, teatrale ed evocativo dell’elemento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.