BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sospensione trasporto pubblico in montagna, Lara Magoni: “Situazione inaccettabile”

“La montagna e chi la abita meritano tanto rispetto e poche chiacchiere. Ho vissuto in prima persona i disagi che hanno affrontato i cittadini e i turisti che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze sulle nostre montagne. E’ inaccettabile che ancora una volta si registrino situazioni imbarazzanti degne di un Paese che non può definirsi civile. Il servizio di trasporto è un biglietto da visita fondamentale e la garanzia della sua offerta deve rappresentare un principio imprescindibile per tutti”.

E’ il duro commento di Lara Magoni, Consigliere regionale del Gruppo Maroni Presidente, prima firmataria di un’interrogazione urgente sostenuta da maggioranza e opposizione al Pirellone che sarà discussa martedì prossimo in aula, per quanto riguarda le criticità subite dal trasporto pubblico locale di montagna nella Provincia di Bergamo: “In questi mesi la situazione, già penalizzata durante tutto l’anno -precisa la Magoni – è crollata ulteriormente creando ancor più disagi senza la garanzia neanche di servizi minimi, soprattutto nelle giornate di maggior flusso turistico. Il tutto a discapito dell’intero indotto economico che già con fatica tenta di rialzarsi date le avverse condizioni di crisi degli ultimi anni”.

“Nonostante gli enormi sforzi di Regione Lombardia – continua – i tagli del Governo centrale stanno creando ciò che temevamo già da qualche tempo: una totale paralisi che vede un servizio di trasporto pubblico ridotto all’osso in alcune aree montane. Tutto questo, con l’avvicinarsi dell’anno scolastico dove numerosi studenti non vedono garantita una loro giustizia sociale.
Desidero ringraziare i tanti sindaci, penso al Sindaco di Selvino solo per citarne uno-continua la vice-campionessa del mondo di sci-che in queste settimane, nonostante gli esigui bilanci comunali, hanno cercato di garantire almeno un servizio minimo a proprie spese”.

“Chiederò all’aula – conclude la Magoni – che venga garantita una somma specifica, all’interno del contributo elargito, da essere destinata esclusivamente al trasporto pubblico di montagna. Prima delle tante e importanti progettualità turistiche dobbiamo garantire ai nostri cittadini un servizio degno di potersi definire dignitoso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.