BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Antiossidanti e ideali per gustose salse: i pomodori da salsa protagonisti al mercato

Sono i pomodori rossi da salsa il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Disponibili in abbondanti quantitativi, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Protagonisti della dieta mediterranea, annoverano tante proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono ricchi di vitamine (A, B1, B2, B6, C, E, K e PP) e sali minerali.

Inoltre, svolgono un’azione rinfrescante, astringente, dissetante e diuretica. Studi recenti, poi, hanno evidenziato la presenza di una preziosa sostanza antiossidante che protegge le cellule dall’invecchiamento contrastando i radicali liberi: il licopene. Secondo alcune ricerche, quest’ultimo sarebbe in grado di rallentare o prevenire certe forme di tumore (a polmoni, prostata, colon e tratto digestivo) e le malattie cardiovascolari, ma svolgerebbe anche una funzione protettiva della pelle.

Apprezzati da grandi e piccini, sono ideali per preparare salse, conserve e passate. I segreti per cucinare ottimi sughi risiedono proprio nella qualità dell’ortaggio utilizzato, la quantità di grassi (olio e burro) usati e la cottura: più saporito è il pomodoro, più il sugo sarà buono. Un consiglio: le erbe aromatiche, come basilico, prezzemolo, origano o timo, vanno aggiunte a tre quarti della cottura, mentre se si vuole insaporire adoperando del peperoncino è meglio farlo all’inizio, quando si fa soffriggere la cipolla o l’aglio.

I tempi di cottura variano: c’è chi cuoce il sugo giusto il tempo di far evaporare l’acqua dei pomodori, togliendolo dal fuoco appena si presenta sufficientemente ristretto, mentre c’è chi preferisce la cottura lunga, anche di due ore, a fuoco basso. In questo caso occorre aggiungere acqua di tanto in tanto altrimenti il rischio è di bruciarlo.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si nota che i consumi risentono ancora della mancanza di una percentuale di consumatori che si gode gli ultimi giorni di ferie: sarà probabilmente l’inizio delle scuole a sancire il ritorno di tutti alla routine.

Le quotazioni dei limoni, da tempo sostenute, sono in lenta ma graduale diminuzione, e per ora l’origine del prodotto rimane esclusivamente estera.

Tra le prelibatezze che, di stagione in stagione, il territorio siciliano è in grado di offrire, è il momento dei fichi d’India, difficili da manipolare a causa delle spine presenti sulla scorza ma, allo stesso tempo, dotati di una polpa in grado di regalare un aroma e un sapore ineguagliabili.

Disponibili le prime varietà di mele nazionali già frutto del raccolto di quest’anno, per ora solo Royal Gala, ma a breve potrebbero far la loro comparsa anche le prime Golden Delicious. È il tempo di nuovi raccolti anche per le pere: alle precocissime varietà estive si affianca l’offerta di William e Abate, le prime già buonissime, mentre per le seconde forse vale la pena di aspettare partite di prodotto più maturo. Per entrambe si parla di prodotto nazionale.

È ancora decisamente buono il rapporto qualità e prezzo di pesche e nettarine: la merce a disposizione ha origine prevalentemente siciliana e per gli estimatori della specie si possono trovare anche le percocche.

Voltando pagina, si registrano enormi quantitativi di uva da tavola: molte le varietà di uve bianche e uve nere, con e senza semi per la clientela più esigente, Sicilia e Puglia le regioni di provenienza, ottimo il rapporto qualità prezzo.

Infine, è ancora più che soddisfacente la disponibilità di susine nazionali: varietà differenti per pezzatura, colore, confezione e grado di maturazione, tutte con un rapporto qualità prezzo decisamente vantaggioso per il consumatore. Subiscono un forte ridimensionamento, invece, i quantitativi di meloni: la stagione è agli sgoccioli, la qualità del prodotto rimane accettabile, ma ovviamente ben lontana rispetto a quanto si è potuto assaggiare durante tutta l’estate. La diminuzione quantitativa per l’articolo ha momentaneamente spinto verso l’alto il valore di questo frutto.

Anche per l’anguria siamo a fine stagione: a differenza dei meloni, in questo caso la qualità rimane buona e i prezzi sostanzialmente rimangono stabili.

Passando al reparto orticolo, la situazione sembra descrivere un’apparente calma: in ribasso le quotazioni di fagiolini, melanzane, finocchi, peperoni e zucchine, mentre sono in aumento i prezzi di fagioli borlotti e pomodori in genere. Sempre ampia e variegata la disponibilità di prodotti locali, oltre ai consueti ortaggi si affianca l’offerta di buonissimi fichi raccolti sul territorio bergamasco.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate 

Flan di pomodori con stracciatella

flan pomodori

Ingredienti per 4

300 g di pomodori da sugo

200 g di pomodori maturi comuni (es. piccadilly)

100 ml di panna da cucina

2 cucchiai di maizena

1 uovo

olio extravergine

2 spicchi d’aglio

basilico

sale e peperoncino

100 g di stracciatella di bufala

aceto balsamico in crema per guarnire

Preparazione

Pulite i pomodori e tagliateli a pezzetti. Preparate un sughetto abbastanza ristretto, cuocendo 10 minuti a fiamma moderata per poi continuare per altri 15 minuti a fiamma vivace in una casseruola dove avrete soffritto l’aglio in un filo d’olio evo. Insaporite con un pizzico di sale e del peperoncino, fate intiepidire e con l’utilizzo del mixer create una salsa densa e liscia.

flan pomodori

Unite l’uovo sbattuto, la panna, la maizena e alcune foglie di basilico tritate, amalgamate bene eliminando la presenza di grumi.

Imburrare gli stampini, distribuirvi il composto e infornare in forno già caldo a 180° per 15-20 minuti.

flan pomodori

Far intiepidire il flan prima di sformarlo sul piatto.

Una volta che avete posizionato il flan sul piatto distribuite una cucchiaio di stracciatella sopra il flan guarnite con un pomodorino, basilico e un filo di aceto balsamico.

Il sole dei pomodori si sposa perfettamente con la freschezza della stracciatella, l’unica accortezza i prodotti devono essere di qualità….. tutto il resto lo fa il cuore.

flan pomodori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.