BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Pochi gol, tanto lavoro per la squadra: chi è Aleksandar Pesic, nuovo attaccante della Dea

Non è certo un bomber di razza Aleksandar Pesic, il nuovo attaccante dell’Atalanta. Ma non si può dire che non si dia parecchio da fare per la squadra. E’ stato proprio questo, a quanto pare, ad attirare l’occhio del dt nerazzurro Giovanni Sartori, che mercoledì 31 agosto (fallito il tentativo per Daniel Ciofani del Frosinone) ha regalato il gigante serbo a mister Gian Piero Gasperini.

Aleksandar Pesic

Classe 1992, Pesic nelle ultime due stagioni è stato in forza al Tolosa, nella Ligue 1 francese. Non ha regalato numeri da capogiro ai tifosi biancoviola: in 65 presenze (molte delle quali partendo dalla panchina, soprattutto lo scorso anno) ha realizzato solo 8 gol e 7 assist.

Aleksandar Pesic

Partito titolarissimo nella stagione 2014-’15 (22 gare da titolare e 12 da subentrato, con 6 gol in campionato), un anno fa ha perso il posto nell’undici iniziale: a giugno si sono contate appena 5 presenze dal primo minuto, mentre per 18 volte Pesic è entrato in campo a gara in corso, chiudendo con un bottino di 2 gol. Dall’inizio di aprile, per le ultime 7 di Ligue 1, non è più stato nemmeno convocato per scelta tecnica.

Nonostante sia dotato di un fisico possente (è alto più di 190 centimetri), Pesic non è solamente il classico attaccante d’area di rigore: col Tolosa, infatti, ha agito anche da seconda punta. Chiaro comunque che il suo ruolo ideale è quello da centravanti, uno da pochi gol ma tanto sudore per la squadra.

Sarà curioso capire quale ruolo Gasperini darà al suo nuovo attaccante (arrivato in prestito oneroso di 200mila euro e diritto di riscatto per i bergamaschi), come si collocherà nelle gerarchie con il titolare Paloschi e Petagna. A meno che il modulo con le tre punte non sia destinato a finire in soffitta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.