BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Condominio

Informazione Pubblicitaria

Amministratori di condominio, quando l’assemblea si dirige a regola d’arte

Novità e tradizione dopo la Riforma condominiale nel rapporto tra amministratore e assemblea: il rispetto della normativa nel suo divenire teorico e nella sua attuazione pratica

Mai sottovalutare l’importanza dell’assemblea nella vita condominiale: è l’assemblea, infatti, non l’amministratore, l’organo deliberativo del condominio e nella piccola democrazia interna allo stabile è l’organo dotato dei più ampi poteri. La mancata esecuzione delle delibere dell’assemblea, ad esempio, costituisce una grave irregolarità dell’amministratore di condominio e motivo di revoca giudiziaria. A fare chiarezza sui rapporti tra amministratore e assemblea, alla luce delle novità introdotte dalla Riforma della legge condominiale, scende in campo Anaci Bergamo che giovedì 13 ottobre, dalle ore 9 alle ore 18, nella cornice del Casinò di San Pellegrino Terme, organizza il convegno aperto a tutti gli amministratori di condominio operativi in provincia di Bergamo dal titolo «Amministratore e assemblea: rapporti tra le rispettive attribuzioni. Quando l’amministratore agisce in autonomia e quando interviene l’assemblea».

Tanti i temi che saranno trattati da esperti della materia e dai formatori Anaci più importanti, tra cui gli avvocati Eugenio Antonio Correale, Fausto Moscatelli, Fabrizio Bruno Guizzetti, Ermes Gallone e Marina Figini: dall’obbligo delle delibere all’osservanza del regolamento, dalla disciplina delle cose comuni all’erogazione di servizi di interesse comune, fino alla riscossione dei contributi e all’erogazione delle spese correnti. Durante il convegno si farà chiarezza anche sui poteri di impulso e sui rapporti tra amministratore e assemblea, con l’intervento del dottor Alberto Celeste, sostituto procuratore presso la Suprema Corte di Cassazione, mentre il dottor Giacomo Rota, magistrato del Tribunale di Milano, farà luce sul tema della revoca giudiziale e della responsabilità civile e penale dell’amministratore nello svolgimento del suo incarico. Al termine del convegno e dopo la relazione di sintesi del presidente nazionale Anaci, ing. Francesco Burrelli, il maestro Matteo Fedeli al violino e il maestro Andrea Carcano al piano chiuderanno la giornata con l’esecuzione di brani musicali nello spettacolo «Tra novità e tradizione».

Le iscrizioni al convegno, che dà diritto ai crediti formativi Anaci e Avvocati, si chiudono il 30 settembre. Per partecipare (costo di iscrizione 50 euro + IVA e comprende i primi due quaderni del Centro Studi Anaci) occorre inviare una mail a eventi@anacibg.it indicando nome, cognome, dati per la fatturazione e numero tessera se socio Anaci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.