BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I mal di pancia di Sportiello e Pinilla e i due ko consecutivi: Gasperini, la partenza è falsa

Sconfitte, mal di pancia, polemiche e critiche. Nessuno poteva immaginarsi un inizio peggiore per Gian Piero Gasperini alla guida dell’Atalanta. Nemmeno lui, che nella conferenza stampa di presentazione si era sbottonato parlando sì di salvezza, ma anche di “asticella da alzare”.

Agosto si chiude malissimo per i nerazzurri, e non solo per le due sconfitte rimediate contro Lazio e Sampdoria, ma anche per la difficile situazione che si è venuta a creare nell’ambiente bergamasco.

Gasperini, infatti, si trova con delle “gatte da pelare” tutt’altro che semplici da gestire. A partire dal caso Sportiello, negli ultimi due anni tra i migliori portieri dell’intera serie A per rendimento, quest’anno clamorosamente incerto, indeciso e insicuro. Il mercato c’entra eccome (anche se le voci di un’offerta del Napoli sono più o meno scemate del tutto), ma anche le dichiarazioni post-Bortolotti di Gapserini ci hanno messo del loro.

Occhio poi alla grana-Pinilla, con il cileno che lunedì 29 agosto ha pubblicato sui propri canali social una foto che lo ritraeva in aereo, con una frase piuttosto esplicita: “Dopo troppe delusioni finalmente torno a giocare con la mia nazionale”.

A generica

La situazione è molto poco chiara: ufficialmente Pinilla domenica non era a Genova per un problema fisico, ma la sensazione è che Gasperini l’abbia messo fuori rosa. Il chiarimento tra Pinigol e il tecnico che tanti tifosi atalantini si aspettavano dopo il rientro dalle vacanze estive del bomber – a quanto pare – non c’è mai stato.

In campo, come si è visto, le cose non vanno molto meglio: la squadra a tratti fa anche vedere cose buone (il secondo tempo con la Lazio e la prima mezz’ora di Marassi, ad esempio), ma poi fatica a costruire gioco e a creare occasioni da gol. E in difesa balla pericolosamente, come dimostrano le sei reti subite nelle prime due uscite di campionato.

La pausa per gli impegni delle nazionali – è proprio il caso di dirlo – non poteva arrivare in un momento migliore.

In queste due settimane Gapserini dovrà lavorare parecchio, con la speranza che la chiusura del mercato (prevista per mercoledì 31) gli risolva qualche guaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.