BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Italia in lutto: tutto il Paese con i terremotati; stop all’invio di beni e alimentari

Sabato 27 agosto 2016 è la giornata del lutto nazionale. Tutto il Belpaese, bello ma fragile, si stringe attorno agli sfollati, ai parenti delle vittime, al dolore di tanti, troppi, che mercoledì alle 3.36 erano lì, ad Amatrice, ad Arquata, ad Accumoli...

Sabato 27 agosto 2016. Tre giorni dopo la prima violenta scossa che ha devastato alcuni paesi del centro Italia. Duecentottantuno morti dopo.

Sabato 27 agosto 2016  è la giornata del lutto nazionale. Tutto il Belpaese, bello ma fragile, si stringe attorno agli sfollati, ai parenti delle vittime, al dolore di tanti, troppi, che mercoledì alle 3.36 erano lì, ad Amatrice, ad Arquata, ad Accumoli… Bandiere a mezz’asta, feste cancellate, iniziative di vicinanza. Dappertutto.

I programmi Rai avranno un piccolo drappo nero esposto e niente pubblicità.

La serie B di calcio scenderà in campo osservando un minuto di silenzio, indossando il lutto al braccio e leggendo un comunicato della Lega di Serie B che spiega come “il nostro pensiero va alle tante famiglie travolte dal lutto reso ancora più drammatico dal destino che ha colpito i bambini”. In concreto, inoltre l’Aic, hanno detto i capitani di Spezie e Salernitana, Terzi e Rosina nell’anticipo che si è disputato venerdì, “ha deciso di aprire una sottoscrizione tra tutti i calciatori delle squadre di Serie A, B e Lega Pro per raccogliere, con la massima urgenza, fondi da destinare ad azioni concrete a sostegno delle persone sconvolte da questa terribile calamità. Aic Onlus stanzierà inoltre una ulteriore cifra da devolvere alle popolazioni colpite”.

Sabato 27 agosto 2016 i funerali solenni ad Ascoli Piceno per i morti marchigiani del sisma. Alle 11.30 si terrà la funzione religiosa celebrata dal vescovo Monsignor Giovanni D’Ercole e a cui parteciparanno il capo dello stato Sergio Mattarella e il premier Matteo Renzi. Trentaquattro bare, anche quelle di due bambine, Marisol, di neppure due anni, e Giulia, sorella di Giorgia, miracolosamente scampata.

Spiega il sindaco Guido Castelli in una nota. “La cerimonia funebre si svolgerà nella palestra del quartiere Monticelli, ma l’accesso sarà riservato ai parenti e ad un ristretto numero di autorità. Sarà inoltre allestito un maxi schermo in piazza San Giovanni Paolo II, di fronte alla chiesa di San Giovanni Evangelista, per permettere a fedeli e cittadini di seguire le esequie”.

Intanto un vertice con la portezioen civile ha chiesto uno “stop assoluto” all’invio di nuovi generi di prima necessità. Nessun limite invece agli aiuti economici, con la raccomandazione però di utilizzare solo canali ufficiali.

Con un quadro che si fa ogni giorno più chiaro si iniziano a mettere nuovi punti fermi alla macchina dei soccorsi. Le operazioni saranno coordinate da un Centro allestito all’aeroporto Ciuffelli di Rieti, dove peraltro stanno confluendo già dalla scorsa notte le salme delle vittime, conservate in container refrigerati.

Le attività logistiche e di comunicazione potranno essere svolte anche nella sede reatina di Porta Futuro (il centro regionale per l’impiego), dotata di pc e connessione veloce, messa a disposizione dal vicepresidente della Regione Massimiliano Smeriglio su richiesta del sindaco Simone Petrangeli. Per i sopravvissuti, invece, la Regione ha deciso di portare a cinque i suoi campi di accoglienza: ai tre già presenti ad Amatrice, Accumoli e Illica se ne aggiungono dunque altri due nelle frazioni amatriciane di Scai e Sommati, rispettivamente da 100 e 70 assistiti.

In totale, dunque, i campi regionali, grazie al lavoro di 423 volontari, stanno assistendo circa 585 persone.

Ad Amatrice, inoltre, la Regione Lazio installerà un ospedale da campo: vi lavoreranno i medici del nosocomio locale, il ‘Grifoni’, totalmente inagibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.