BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Il fratello muore investito, lui si toglie la vita nel lago d’Endine foto

Si aggiunge un dramma al dramma consumatosi giovedì 25 agosto tra Casazza e Spinone al Lago, quando un impiegato 35enne è morto investito da un camion sulla statale 42. Il giorno dopo, venerdì 25 agosto, l'estremo gesto del fratello.

Si aggiunge un dramma al dramma consumatosi giovedì 25 agosto tra Casazza e Spinone al Lago. Giovedì mattina, un impiegato 35enne di Casazza, F.Z., è morto investito da un camion sulla statale 42 (leggi qui). Secondo quanto dichiarato ai carabinieri dal conducente del mezzo pesante, il 40enne di Albino, la vittima si sarebbe lanciata volontariamente sotto il suo camion, anche se la ricostruzione non è confermata ufficialmente dal momento che non ci sono riscontri né testimoni.

Poche ore dopo il fratello della vittima, R. Z., 36 anni, dopo aver appreso della scomparsa del congiunto, si è tolto la vita gettandosi nelle acque del lago di Endine. L’uomo, che era stato chiamato dalle autorità per l’identificazione della salma del fratello, aveva fatto perdere le sue tracce in tarda serata. A lanciare l’allarme sono stati i parenti che, preoccupati, ne hanno immediatamente denunciato la scomparsa.

Nella mattinata di venerdì, il tragico rinvenimento del cadavere nelle acque del lago da parte dell’Unità dei Somozzatori di Milano.

I due fratelli erano seguiti dal Cps (Centro psico sociale) di Trescore Balneario.

Incidente Monasterolo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.