BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Coraggio silenzioso di Marco Baliani per Sant’Alessandro

Anche quest’anno una virtù attraverserà la città: dopo la Misericordia e la Gratitudine, la virtù scelta è il Coraggio. Un coraggio silenzioso che “non si aspetta ricompensa” e “agisce per un’urgenza ineludibile”.

Dal 26 al 28 agosto la Città di Bergamo sarà teatro di numerose iniziative che celebreranno il Santo Patrono, promosse dal Comune e dalla Diocesi di Bergamo in collaborazione con numerose realtà territoriali, e grazie al sostegno di UBI Banca Popolare di Bergamo. Anche quest’anno una virtù attraverserà la città: dopo la Misericordia e la Gratitudine, la virtù scelta è il Coraggio. Un coraggio silenzioso che “non si aspetta ricompensa” e “agisce per un’urgenza ineludibile”.

La Giornata del 26 agosto sarà al centro di tutte le celebrazioni, con uno spettacolo realizzato appositamente per l’occasione da Marco Baliani, con musiche originali di Mauro Montalbetti, grazie ad una coproduzione Teatro Donizetti e Casa degli Alfieri che andrà in scena alle 21 negli spazi raccolti del Duomo (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

“Dal 2014 la festa patronale di Sant’Alessandro ha cambiato completamente il proprio assetto”, spiega Nadia Ghisalberti, assessore alla Cultura del Comune di Bergamo, “In accordo con la Diocesi, abbiamo deciso che i festeggiamenti dovessero assumere un coinvolgimento diverso della cittadinanza e porre al centro ogni anno una virtù al contempo civile e religiosa su cui riflettere e intorno a cui promuovere iniziative ed eventi. Sempre dal 2014 al centro delle iniziative c’è uno spettacolo che si svolge in Duomo, in affaccio sulla piazza antica, centro della vita religiosa e civile della città. Da allora ogni anno un artista diverso interpreta la virtù secondo la sua poetica e il suo stile teatrale. Ogni anno un linguaggio diverso, personale, unico di artisti che hanno un ruolo centrale nel panorama del teatro italiano”.

“Quest’anno è la volta di Marco Baliani, e a lui, grandissimo raccontatore di storie, abbiamo chiesto di farci incontrare la virtù di quest’anno, il Coraggio, attraverso la narrazione”, aggiunge Maria Grazia Panigada, direttore artistico della stagione di prosa del teatro Donizetti e di Sant’Alessandro 2016, “Nasce così Del coraggio silenzioso dove l’attore-autore Baliani (con la collaborazione alla drammaturgia di Ilenia Carrone) presenta cinque storie che affrontano il tema del coraggio, un coraggio umile, quello che impone nella quotidianità delle scelte, a volte impreviste, un coraggio non urlato, ma sussurrato come tutto ciò che arriva realmente dal nostro mondo interiore”.

“Ho subito accettato la proposta di concentrarmi sulla parola ‘coraggio’ e sull’intensità del suo contenuto”, spiega Marco Baliani, “Ho deciso quasi subito di declinare quel concetto affrontandolo nella versione di ‘coraggio silenzioso’, ossia quel coraggio che nasce, esiste e non pretende né di essere appariscente né di essere ringraziato. La struttura del racconto è lineare e semplice: cinque storie di uomini e donne che, solo per la necessità di un’azione considerata impellente, mettono in atto un comportamento che trasforma, in un istante, un’intera esistenza in un atto esemplare. Sono onorato di avere al mio fianco, ancora una volta, il compositore Mauro Montalbetti e l’intensità musicale degli archi del Trio Hegel e sono felice che le narrazioni possano rivivere in un luogo spettacolare come la cattedrale di Sant’Alessandro di Bergamo”.

La sua narrazione farà riflettere sul coraggio silenzioso, raccontando cinque atti di coraggio che nascono da un’urgenza ineludibile di humanitas, che non pretendono né riconoscenza né ringraziamento. Baliani proporrà una struttura drammaturgica semplice, che attraverso l’intreccio di parole e musica vuole restituire la semplicità scandalosa di quegli atti umani di coraggio silenzioso: cinque narrazioni, cinque situazioni estreme raccontate attraverso altrettante esistenze che diventano così testimonianze di taciturno coraggio. Ad accompagnarle saranno i componimenti musicali di Mauro Montalbetti eseguiti dal vivo dai tre musicisti del Trio Hegel: David Scaroni (violino), Davide Bravo (viola), Andrea Marcolini (violoncello).

“Insieme a Marco Baliani abbiamo deciso che questo lavoro dovesse prendere un suo respiro e non potesse esaurirsi in una sera, così lo spettacolo realizzato per il patrono assume anche il ruolo di una prima teatrale per poi poter girare in altre piazze, in altri luoghi”, aggiunge poi Massimo Boffelli, direttore del teatro Donizetti, “È nata così l’idea di una produzione fatta dall’Assessorato alla Cultura e dal Teatro Donizetti in collaborazione con la Casa degli Alfieri. Nasce così la seconda produzione del Teatro Donizetti per la sezione prosa, dopo lo spettacolo Ivan, già in fase di allestimento e che debutterà nella stagione 2016-2017 di Altri Percorsi”.

Dopo lo spettacolo sotto i portici di Palazzo della Ragione sarà possibile degustare la torta di Sant’Alessandro e il vino Valcalepio offerti dai panificatori ASPAN e dal Consorzio Tutela Valcalepio, con la collaborazione dell’Associazione Paolo Belli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.