BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Terremoto in Centro Italia, la Provincia di Bergamo pronta a intervenire con uomini e mezzi

“Siamo vicini al dolore dei parenti delle vittime e solidali con i territori e le amministrazioni locali del Centro Italia gravemente colpite dal sisma di questa notte che ha provocato danni e perdite umane ancora in corso di quantificazione. Appena appresa la notizia, la Provincia di Bergamo si è immediatamente allertata ed è in continuo contatto con la Sala operativa regionale per la gestione delle emergenze, il Coordinamento provinciale di protezione civile e la Prefettura di Bergamo per l’eventuale intervento di emergenza attraverso i propri gruppi di Protezione civile. Attendiamo quindi, qualora giungesse la richiesta ufficiale da parte dei soggetti competenti, il via libera per l’attivazione dei volontari e l’invio di mezzi e del personale di soccorso, in base alle necessità che saranno comunicate”, dichiara il vicepresidente della Provincia in funzione Francesco Cornolti.

Prima di via Tasso si era già espresso e movimentato il Pirellone: “Solidarietà ai cittadini e agli amministratori colpiti dal terremoto – ha scritto su Twitter il presidente della Regione Roberto Maroni – La macchina degli aiuti è già partita”.

L’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali aveva preceduto Maroni annunciando come la Regione avesse subito messo a disposizione due moduli di assistenza alla popolazione e inviato sulle zone terremotate due squadre di unità cinofile del soccorso alpino, mentre una terza partirà entro sera.

Giulio Gallera, assessore al Welfare del Pirellone, ha poi aggiunto la disponibilità a dare il “massimo sostegno anche sanitario ai territori fortemente colpiti dal sisma. Ci siamo già mobilitati con l’invio di un elicottero da Milano e siamo pronti all’invio di altri mezzi di soccorso. L’area milanese rimarrò comunque presidiata grazie a un elisoccorso che abbiamo provveduto a dislocare. In merito alle necessità di sangue sono in contatto con l’Avis Regionale Lazio e qualora ce lo chiederà invieremo delle sacche per far fronte all’emergenza”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.