BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Effetto Olimpiadi: tra i bergamaschi scoppia la nuoto-mania

Le imprese azzurre a Rio hanno aumentato l'attenzione per il mondo della piscina e, anche per questo, a settembre molte strutture proporranno nuovi corsi.

È scoppiata la nuoto-mania. L'”effetto olimpiadi” si sta facendo sentire: con i successi italiani nelle varie discipline acquatiche a Rio 2016, tra i bergamaschi crescono l’interesse e la pratica degli sport in acqua.

È il “fenomeno” del momento e le medaglie tricolori accrescono una passione già largamente diffusa: la cultura del nuoto, almeno nella media, pare ben radicata in città e provincia. Infatti, sono molti gli atleti impegnati in quest’ambito sportivo, ma non mancano anche tanti appassionati di tutte le età che si cimentano nelle vasche per divertirsi e godere degli effetti benefici per l’organismo.

Sul territorio orobico diversi impianti stanno riscontrando un buon afflusso di persone: le imprese azzurre hanno aumentato l’attenzione per il mondo della piscina e, anche per questo, a settembre molte strutture proporranno nuovi corsi integrando la propria offerta con discipline protagoniste ai Giochi olimpici, come la pallanuoto.

Ad esempio, a Parre si nota un maggior interesse per la pallanuoto, probabilmente favorito anche dalle prestazioni del Settebello e del Setterosa. A settembre la piscina proporrà un corso per bambini e ragazzi dedicato proprio a questo sport, con un open day in programma giovedì 8 settembre, in occasione del ritiro della squadra giovanile di Treviglio pallanuoto.

A Ghisalba, sono aumentate sia le persone che praticano nuoto libero sia le adesioni ai corsi di nuoto. “Un incremento che ha riguardato soprattutto i giovanissimi: la maggior partecipazione vede protagonisti in modo particolare bambini e ragazzi” – spiega l’operatrice.

Si conferma ampia, inoltre, l’affluenza ad Alzano Lombardo, Lovere e Grumello del Monte. È abbondante la partecipazione anche a Villongo, dove il nuoto è una realtà molto sentita. L’operatrice evidenzia: “La struttura e i corsi sono ben frequentati da utenti di ogni età. Oltre alla squadra agonistica, Olimpic Swim Pro, ci sono gruppi di persone che, tra una bracciata e l’altra, in molti casi, si appassionano anche ad altre discipline sportive come il triathlon, la corsa o la bicicletta, contando sulla possibilità di utilizzare la palestra. Diventa un’occasione di socialità: c’è chi nuota per svago, per mantenersi in forma e chi, oltre ai corsi, si trova per partecipare a gare o per andare a fare una nuotata al vicino lago. Molto sentita è anche la realtà paralimpica, con parecchi atleti che hanno preso parte alle Paralimpiadi e che sono andati, per esempio, a Roma e Berlino”. In perfetto abbinamento ai Giochi di Rio, da settembre l’offerta dei corsi e delle attività viene integrata con l’acquagol – pallanuoto – per bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni.

Prosegue a gonfie vele la frequentazione della piscina a Osio Sotto, dove il numero degli utenti è sempre cospicuo. L’impianto annovera squadre agonistiche di pallanuoto, nuoto sincronizzato e il nuoto agonistico, alle quali si affianca il settore propedeutico a queste discipline, come il pre-sincro e l’acquagol.

Continua, infine, l’incremento della partecipazione e delle adesioni ai corsi all’Acqualife di Stezzano, soprattutto da parte di bambini e ragazzi. Alla scuola di nuoto (affiliata alla Federazione Italia Nuoto), si affianca l’attività agonistica: la squadra di pallanuoto, che conta una quarantina di atleti, e quella di nuoto sincronizzato, che vanta una settantina di ragazze e partecipa anche ai circuiti regionali. La responsabile della struttura afferma: “Le iscrizioni negli ultimi anni sono aumentate in maniera esponenziale: siamo passati dai circa 700 iscritti del settembre 2014 ai 1.520 della primavera 2016. Con la crescita del vivaio della scuola nuoto aumenta il numero dei bambini e dei ragazzi che, valorizzando il proprio talento, praticano attività a livello agonistico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.