BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rio: argento nel beach volley; Settebello sconfitto, in gara per il bronzo

La notte olimpica non è stata vincente per i colori italiani: il Settebello è stato sconfitto e ora gareggerà per il bronzo, la coppia sprint del beach volley ha ceduto il passo ai forti brasiliani, portando a casa uno splendido argento

La notte olimpica non è stata vincente per i colori italiani: il Settebello è stato sconfitto dalla Serbia e ora gareggerà per il bronzo, la coppia sprint del beach volley ha ceduto il passo ai forti brasiliani, portando a casa uno splendido argento

BEACH VOLLEY

L’Italia di Lupo e Nicolai viene sconfitta dai padroni di casa del Brasile, Alison e Bruno Schmidt, che si impongono in finale in due set con il punteggio di 21-19 e 21-17 e si aggiudicano la medaglia d’oro. Resta un po’ di amarezza per gli azzurri, protagonisti di una grandissima partita, mitigata comunque da una storica medaglia d’argento.

Lupo e Nicolai sembrano infischiarsene, e partono a testa bassa, piazzando un 5-1 nei primi quattro minuti di gioco. Dopo un’interruzione dovuto alla pioggia che comincia a cadere più intensa, tornano in cattedra i brasiliani, che prima accorciano e poi pareggiano i conti sulla’8-8. E si prendono il set, chiuso 21-19.

L’avvio di secondo set per l’Italia, mentre la pioggia continua a cadere fitta, è promettente. La coppia azzurra parte bene, ma un punto contestato e non assegnato, porta i brasiliani sul 3-2. Il ritmo imposto dai padroni di casa è sfiancante, ma il duo italiano riesce a tenere e non si fa travolgere. Ma Alison è implacabile sia a muro sia in schiacciata. E Lupo e Nicolai devono, alla fine, arrendersi alla supremazia dei brasiliani, che si portano a casa set e medaglia d’oro.

PALLANUOTO

Il Settebello perde 10-8 la semifinale con la Serbia campione del mondo e d’Europa e sabato 20 agosto alle 18 italiane affronterà il Montenegro nella finale per il terzo posto.

Sotto 6-0 nei primi dodici minuti, poi reagisce e prova la rimonta. Impresa difficile contro una squadra solida come quella di Dejan Savic che a Rio raggiunge la prima finale olimpica della sua storia: il 20 agosto troverà la Croazia campione olimpica in carica che nell’altra semifinale ha battuto 12-8 il Montenegro vice campione d’Europa, che a gennaio ha eliminato l’Italia nei quarti dando spettacolo a Belgrado e venendo fermata soltanto dalla Serbia in finale senza demeritare. Gioco speculare dei croati che quando si sono trovati in difficoltà hanno saputo gestire il vantaggio guadagnato nei primi due tempi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.