BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Catturato in Libia il reclutatore di terroristi Isis per l’Italia

Più informazioni su

Le forze libiche di Zintan alleate al generale Khalifa Haftar hanno catturato il cittadino tunisino Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al Fezzani, conosciuto anche come Abu Nassim, considerato importante reclutatore di jihadisti per lo Stato islamico in Italia e diventato poi uno dei leader del Califfato in Libia. Lo riporta il sito Libya Herald.

Al Fezzani sarebbe stato fermato alcuni giorni fa, insieme ad altri uomini dell’Isis, tra le città libiche di Regdalin e Al-Jmail, nell’Ovest della Libia, presso il confine con la Tunisia, dopo essere fuggito da Sirte. Secondo quanto riferito dalle forze di Zintan, stava cercando di rientrare in Tunisia.

Al Fezzani è il terrorista più ricercato dalle autorità di Tunisi, secondo cui sarebbe responsabile del tentativo dello scorso marzo di prendere il controllo della città tunisina di Ben Guerdane: negli scontri rimasero uccise 58 persone.

Il tunisino era stato espulso dall’Italia nel 2012, ma nel 2013 la Corte di Appello lo aveva condannato per associazione a delinquere e associazione con finalità di terrorismo internazionale. Secondo il Libya Herald, Fezzani avrebbe aderito ad Ansar al Sharia in Tunisia, prima di raggiungere la Libia e assumere il comando della sede Isis a Sabratha. Dopo il bombardamento Usa dello scorso febbraio sulla città a Ovest di Tripoli, il tunisino si era trasferito prima a Bengasi e poi a Sirte, dove è rimasto fino a pochi giorni fa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.