BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Polemiche nel Pd, ReteDem: confrontiamoci dentro il partito, lo facciano anche i dirigenti

Dopo le polemiche via Facebook innescate da un post dell'assessore di Bergamo del Partito Democratico Giacomo Angeloni, ReteDem interviene invitando a discutere all'interno del partito.

Più informazioni su

Dopo le polemiche via Facebook innescate da un post dell’assessore di Bergamo del Partito Democratico Giacomo Angeloni che stigmatizzava decisioni “dall’alto” circa la prossima segreteria provinciale e si rivbella ai “predestinati” (leggi), ReteDem, che si definisce “piattaforma di pensiero e di azione dentro il PD per allargare a tutti i mondi della partecipazione e dell’attivismo civico”, interviene invitando a discutere all’interno del partito.

“Le frasi dell’Assessore Angeloni rappresentano un chiaro segnale d’allarme circa la salute del Partito Democratico.

In un momento così cruciale per la vita del paese e per il Partito, Retedem crede che si debbano mettere da parte personalismi che per troppo tempo hanno spadroneggiato sia negli ambienti della maggioranza che in quelli della minoranza e concentrarsi verso obiettivi comuni quali il Referendum di Ottobre e le nuove elezioni Provinciali.

E’ necessario tornare a discutere negli spazi del partito, che vanno ricostruiti e ripopolati di contenuti dalla segreteria ma anche dal corpo dirigente che troppo spesso diserta gli organi adibiti alla discussione.

Come Retedem abbiamo più volte segnalato con preoccupazione l’assenza di unità e di dibattito interno, ma sarebbe bugiardo incolpare di tale situazione una sola parte del partito che, almeno a Bergamo, offre a tutti i militanti e a tutte le aree presenti spazi di confronto e discussione.

Ciò che manca è spesso la volontà di porre sul tavolo temi e problemi, preferendo alla discussione frontale lo strumento dei Social Network. Riteniamo inoltre inutile e dannoso iniziare così presto a parlare di un Congresso e delle ipotetiche candidature quando non è nemmeno chiaro quando quest’ultimo potrebbe essere indetto.

E’ necessario tornare a lavorare insieme, compatti, nel rispetto delle diversità che ci hanno sempre caratterizzato. Solo così il Partito Democratico può uscirne ancora più forte”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.