BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo sei coppie pronte a unirsi civilmente

Sono sei le coppie già in lista per unirsi civilmente al Comune di Bergamo. La prima cerimonia dovrebbe essere tra giovedì 18 o venerdì 19 agosto.

Sono sei le coppie già in lista per unirsi civilmente al Comune di Bergamo. La prima cerimonia dovrebbe essere tra giovedì 18 o venerdì 19 agosto.

Giacomo Angeloni

“Per Bergamo sarà una data storica e un passo avanti sui diritti civili in questo Paese – afferma l’assessore Giacomo Angeloni -. Abbiamo vidimato il Registro per le Unioni civili in Prefettura e stiamo aggiornando il software. Dal 18 agosto in poi siamo pronti per registrare le prime unioni. La particolarità è che stiamo ricevendo richieste da persone che non vivono in città, ma nei paesi, e che chiedono di unirsi a Palazzo Frizzoni”.

Tre i momenti del rito per l’unione civile: la lettura degli articoli 11 e 12 della Legge, poi la lettura formale dell’atto, e infine la possibilità di scambiarsi gli anelli.

“A celebrare la prima unione civile sarà il consigliere Simone Paganoni che è stato il primo firmatario della delibera consigliare per l’istituzione di un registro delle unioni civili – aggiunge Angeloni – anche se altri consiglieri e persino il sindaco Gori celebrerà a breve un’unione civile”.

Intanto Palazzo Frizzoni ha già messo a disposizione la Sala Caccia dove vengono spesso celebrati i matrimoni. “Anche se le unioni civili possono essere celebrate in tutte le sedi che il Comune di Bergamo ha messo a disposizione per i matrimoni, dall’Accademia Carrara a Palazzo della Ragione” conclude Angeloni. “Di certo non avremo tante unioni quanti i matrimoni, che da inizio anno sono 85, mentre in media ne celebriamo 350 all’anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.