BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Olimpiadi di Rio, il 22enne bergamasco Consonni in corsa per una medaglia

Tre dei quattro italiani in gara sono del Team Colpack, tra i quali anche Consonni di Brembate Sopra. Nella sfida con la Cina possono ambire al terzo posto finale

Una serata già di per sé magica e indimenticabile quella di giovedì 11 agosto per i tre azzurri del Team Colpack Simone Consonni, Filippo Ganna e Francesco Lamon che insieme a Liam Bertazzo hanno fatto il loro debutto olimpico a Rio 2016 nella categoria inseguimento a squadre di ciclismo su pista (foto Federciclismo).

Un debutto decisamente positivo e straordinario, soprattutto se si considera da dove arrivano i ragazzi, chiamati d’urgenza all’ultimo per partecipare alla loro prima Olimpiade, mentre stavano osservando un periodo di scarico attivo, senza preparazione specifica, convinti di seguire i Giochi Olimpici solamente in TV.

Dei tre giovani portacolori della squadra di Almè, tutti Under 23, uno è bergamasco: si tratta di Simone Consonni, 22enne di Brembate Sopra. Filippo Ganna, campione del mondo a marzo a Londra di inseguimento individuale, è di Verbania, mentre Francesco Lamon è di Venezia.

Nel giro di pochi giorni, a sorpresa, i tre ragazzi si sono ritrovati su un aereo, valigia alla mano e catapultati in un sogno che hanno saputo interpretare con la giusta determinazione. Al Velodromo Olimpico di Rio de Janeiro il quartetto azzurro ha chiuso il turno di qualificazione dell’Inseguimento a squadre con il quinto tempo (3’59”708) riuscendo nell’impresa, non scontata, di scendere sotto il muro dei 4 minuti.

Una prestazione di assoluto livello, lontana da quella di mostri sacri come i britannici guidati da Sir Bradley Wiggins, ma che concede ai nostri ragazzi quanto meno la speranza di puntare ancora a una medaglia, quella di bronzo.

Questa sera, a partire dalle 21,52 ora italiana, il secondo round e il quartetto italiano sfiderà quello cinese, ma più che altro dovrà badare al cronometro cercando di fare un gran tempo che potrebbe dare la possibilità di accedere alla finale per la medaglia di bronzo che si disputerà sempre questa sera, a seguire. Gran Bretagna-Nuova Zelanda e Danimarca-Australia si giocheranno, invece, l’accesso alla finale per l’oro.

Comunque andrà a finire resterà un’esperienza indimenticabile e molto importante anche dal punto di vista tecnico ed emotivo per i ragazzi italiani che, considerata la giovane età, avranno tempo di migliorare ancora e tornare magari un giorno a vivere un altro sogno.

Giovedì, intanto, la squadra del Team Colpack ha partecipato al 33° Trofeo Sportivi di Briga a Briga Novarese: quinto Davide Orrico e nono Andrea Toniatti. La gara è stata vinta da Aleksandr Riabushenko del Team Palazzago. Nella prima parte di giornata in evidenza Simone Bettinelli entrato in una corposa fuga poi annullata nel finale. Sabato nuovo appuntamento a Casalnoceto (Alessandria) dove è in programma il 12° Circuito Casalnoceto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.