BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Sportiello sedotto dal Napoli, ma con l’Atalanta non c’è ancora nessun accordo

Si sta facendo più ingarbugliato e delicato che mai il rapporto tra Marco Sportiello e l’Atalanta. Un guaio bello e buono che Sartori e la società non avevano previsto: il “sacrificato” del mercato dell’estate è stato de Roon e il portierone, secondo i piani dei vertici, sarebbe dovuto rimanere a difendere i pali dei nerazzurri per un’altra stagione (almeno), forte anche del rinnovo strappato nel dicembre scorso.

Invece, la corte che il Napoli ha fatto al portierone classe 1992 ha ottenuto gli effetti sperati: Sportiello, che solo sei mesi fa dichiarava amore eterno all’Atalanta, ora è indeciso. E, di fronte a un contratto nettamente migliore di quello che lo lega ai nerazzurri (i partenopei gli offrono 1 milione di euro a salire per i prossimi 5 anni), farebbe volentieri le valigie per la Campania.

“Nessuno è incedibile” era stato il messaggio lanciato da patron Percassi. E il discorso vale anche per Sportiello.

Peccato però che col Napoli di accordi non ce ne siano: l’Atalanta valuta il suo numero uno almeno 10 milioni di euro (cifra realistica), i partenopei vorrebbero abbassare le pretese dei bergamaschi inserendo qualche contropartita tecnica. Come Luigi Sepe, portiere classe 1991 che l’Atalanta prenderebbe in considerazione solo in prestito.

Quindi di offerte irrinunciabili da Napoli non ne sono arrivate.

Resta però, a questo punto, il chiaro scontento di Sportiello, “messo al muro” perfino da mister Gasperini dopo il Trofeo Bortolotti di sabato (“Voglio solo gente motivata”, riferendosi chiaramente al portiere di Desio).

Sportiello vuole il Napoli, il Napoli vorrebbe Sportiello ma non sembra disposto a sborsare i soldi richiesti. E L’Atalanta (che, ancora scottata dal caso-Bonaventura, regalato al Milan due anni fa, non vole svendere il suo gioiello) si trova con un problema in casa a meno di due settimane dal via del campionato.

I prossimi giorni saranno decisivi: o Sportiello chiarisce la propria situazione con società e Gasperini, oppure rischia il posto da titolare. Sempre che De Laurentiis non decida di staccare un assegno di almeno 7-8 milioni di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.