BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Borgo Santa Caterina si prepara alla Festa dell’Apparizione

Fervono i preparativi per la “Festa dell’Apparizione”. Attesi in migliaia al santuario mariano della città, allo spettacolo pirotecnico allo stadio e alla solenne processione presieduta dal vescovo Francesco Beschi.

“L’Apparizione” è una delle ricorrenze religiose e popolari più antiche, amate e partecipate dai bergamaschi e non solo. Giovedì 18 agosto, in Borgo Santa Caterina, ricorre il 414° anniversario dell’evento prodigioso che affonda le radici nel 1602 quando tre raggi di una stella, apparsa in pieno giorno, riportarono alla bellezza originaria un affresco che il tempo aveva logorato raffigurante la Madonna Addolorata dipinto sul muro di una casa. Il medesimo affresco, da oltre quattro secoli, è venerato nell’altare maggiore del santuario.

Le celebrazioni, nel segno della tradizione, saranno precedute da una serie di iniziative. Dalla caratteristica cena lungo Borgo Santa Caterina del 16 agosto ai sospiratissimi fuochi d’artificio allo stadio del 17 agosto da cui, come sempre, si alzerà in cielo un tripudio di luci e colori in onore dell’Addolorata, venerata nel vicino santuario.

Il programma dei festeggiamenti del 414° anniversario dell’Apparizione sono stati illustrati dal prevosto della Parrocchia di Santa Caterina e rettore del santuario della Beata Vergine Addolorata monsignor Andrea Paiocchi, il presidente del Comitato per i festeggiamenti dell’Apparizione Cesare Mainardi e il direttore artistico Damiano Rota.

All’incontro con i giornalisti ha preso parte anche Marzia Marchesi, presidente del Consiglio Comunale di Bergamo in rappresentanza del sindaco di Bergamo Giorgio Gori: istituzione che, insieme a Bergamo Infrastrutture e Atalanta B.C. ogni 17 agosto, consente lo svolgersi dello spettacolo pirotecnico allo stadio.

“I festeggiamenti per l’Apparizione rinnovano il prodigio del coinvolgimento di tutta la città per un evento che si è riproposto secondo la tradizione e ogni anno con qualche novità all’attenzione dei tanti devoti. Tali festeggiamenti costituiscono uno dei ricordi più cari che porterò con me nel tempo del riposo dopo l’impegno pastorale di 25 anni in Santa Caterina” dichiara monsignor Andrea Paiocchi, da quasi un quarto di secolo prevosto e rettore del santuario della Beata Vergine Addolorata, che a settembre lascerà la guida della parrocchia per raggiunti limiti di età. In suo onore la processione con l’antico gruppo ligneo raffigurante la Madonna Addolorata la sera del prossimo 18 agosto, oltre al Borgo d’Oro, cambierà percorso attraversando anche via dei Celestini e viale Giulio Cesare toccando così i principali luoghi della comunità: l’oratorio – i giovani; il convento dei Celestini – le vocazioni; l’asilo – i bambini; lo stadio – lo sport; il viale – la gente; l’Excelsior – l’associazionismo; la chiesa prepositurale – la comunità, la famiglia; il centro di primo ascolto – i bisognosi; il centro terza età – gli anziani; il santuario – Maria.

Festa dell'Apparizione in Borgo Santa Caterina

Diverse le celebrazioni e gli appuntamenti nel Settenario dell’Apparizione:
• Martedì 9 agosto, alle 21, sul sagrato del santuario (all’interno in caso di pioggia) si terrà il concerto strumentale “Bach…alla corte di Brandeburgo”: il concerto rientra nel programma della prima edizione della rassegna musicale-culturale-turistica “Suoni in Estate”.
• Mercoledì 10 agosto Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 17 Santa Messa in chiesa prepositurale. Alle 20,30 recita della coroncina dei sette dolori della Beata Vergine Maria, in santuario.
• Giovedì 11 agosto Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 17 Santa Messa in chiesa prepositurale. Alle 20,30 Santa Messa votiva a “Maria Regina della Famiglia” in santuario: sono invitate in modo speciale le coppie che qui si sono unite in matrimonio.
• Venerdì 12 agosto Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 17 Santa Messa in chiesa prepositurale. Alle 20,30 recita della coroncina dei sette dolori della Beata Vergine Maria, in santuario.
• Sabato 13 agosto Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 20,30 recita della coroncina dei sette dolori della Beata Vergine Maria, in santuario (sono invitati, in modo particolare, i membri e familiari del Comitato per i Festeggiamenti, i portatori della statua della Madonna e gli Amici del santuario).
• Domenica 14 agosto Sante Messe alle 7,30 nella chiesa di San Nicola ai Celestini. Alle 8,00 – 10,00 – 19,00 in chiesa prepositurale. Alle 9,00 e alle 11,30 in santuario.
• Lunedì 15 agosto, Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, Sante Messe alle 7,30 nella chiesa di San Nicola ai Celestini. Alle 8,00 in chiesa prepositurale. Alle 9,00 – 10,00 – 11,30 e 19,00 in santuario. Alle 16 il canto dei vespri in santuario. Alle 18,30 la recita della coroncina dei sette dolori della Beata Vergine Maria, in santuario.
• Martedì 16 agosto Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 16 in santuario il pellegrinaggio diocesano degli ammalati a Cura dell’Unitalsi. Alle 19,30 Tredicesima edizione della Serata in Festa nel Borgo d’Oro lungo via Santa Caterina con aperitivo e cena: occorre prenotarsi per tempo al numero 035 241524 o presso gli incaricati fuori dal santuario; in caso di pioggia la cena si terrà presso la Palestra del Borgo in viale Santuario 4.
• Mercoledì 17 agosto, Vigilia dell’Apparizione, Sante Messe alle 7,30 e alle 9,00 (con predicazione) in santuario. Alle 16 il canto dei vespri della vigilia della solennità. Sempre in santuario alle 17,30 concerto del coro Adiemus diretto dal maestro Flavio Ranica (verrà eseguita in prima assoluta lo “Stabat Mater” composto dal maestro Damiano Rota). Seguirà alle 18,30 la Santa Messa della vigilia della solennità dell’Apparizione celebrata da monsignor Davie Pelucchi, vicario generale della diocesi. Alle 20,30 “Aspettando i fuochi” presso il piazzale “Curva Morosini” dello stadio di Bergamo. Il quartetto vocale “Vestigium Temporis” eseguirà brani mariani tra cui l’inno alla Beata Vergine Addolorata che si venera in santuario. Alle 21 il grande spettacolo pirotecnico allo stadio. Al termine dell’atteso show la fiumana di gente, attraversando le tradizionali bancarelle, avrà modo di raggiungere il santuario per ricevere la benedizione davanti al simulacro dell’Addolorata.
• Giovedì 18 agosto, Solennità dell’Apparizione, in santuario Sante Messe alle 6,00 – 7,00 – 8,00. Alle 9,00 Santa Messa presieduta dal prevosto e rettore del santuario monsignor Andrea Paiocchi. Alle 10,00 l’omaggio floreale dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale alla colonna votiva dell’Addolorata. Alle 10,30 Santa Messa solenne presieduta da monsignor Dante Lafranconi, vescovo emerito di Cremona, con i sacerdoti nativi del Borgo o che qui hanno esercitato il loro ministero; anima la liturgia il coro parrocchiale di Azzano San Paolo, diretto dal maestro Giovanni Bertazzoni.

Festa dell'Apparizione in Borgo Santa Caterina

Il santuario rimarrà aperto tutto il giorno. Nel pomeriggio tempo utile per pregare, accostarsi al sacramento della confessione, soprattutto in questo anno giubilare della Misericordia, e ricevere benedizioni al trono della Beata Vergine Addolorata. Alle 17,30 sempre in santuario il pontificale del vescovo di Bergamo monsignor Francesco Beschi – in diretta anche su www.santacaterinabg.it – accompagnato dal “Chorus Praenestinus” di Piario diretto dal maestro Giuliano Todeschini. Alle 20,30 il canto dei vespri e a seguire la solenne processione presieduta dal vescovo Beschi (gli abitanti sono invitati ad addobbare balconi e terrazze) con l’antico simulacro dell’Addolorata.
Gli addetti dello speciale Comitato per i Festeggiamenti dell’Apparizione sono già a disposizione, nei pressi del santuario, per fornire informazioni ai pellegrini che in questi giorni stanno accorrendo numerosi nel Borgo d’Oro e per distribuire i biglietti della sottoscrizione a premi – l’estrazione dei numeri vincenti avverrà sabato 3 Settembre 2015 alle 21 presso l’Oratorio San Giovanni Bosco in via Celestini – divenuta ormai indispensabile per sostenere e rendere possibile le varie iniziative.
Tra queste la tavolata lungo via Santa Caterina curata anche quest’anno “Da Gigi” Banqueting & Catering di Urgnano, i fuochi d’artificio affidati ancora una volta alla regia degli storici pirotecnici Gardin di Padova, le suggestive luminarie con le litanie laureatane (già installate nel Borgo oltre che sul percorso della processione) realizzate dalla ditta Carrara di Bergamo e l’impianto di amplificazione per la processione a cura della società Sangio Sound di Seriate.
Aggiornamenti in tempo reale sulla Festa dell’Apparizione alla pagina Facebook “Borgo Santa Caterina” da cui sarà possibile seguire in diretta la Messa del vescovo Beschi del 18 agosto), sul profilo Twitter “@BorgoSCaterina” e sul sito web della Comunità consultabile all’indirizzo www.santacaterinabg.it.

Festa dell'Apparizione in Borgo Santa Caterina

LA STORIA DELL’APPARIZIONE
A mezzogiorno del 18 agosto 1602 una stella illuminò con tre raggi l’affresco della Madonna Addolorata dipinto nel 1597 da Gio. Giacomo Anselmi sul muro di una casa presso il ponte detto della Stongarda. Quei raggi riportarono l’effigie, in alcune parti assai logorata, alla bellezza originaria. Di quel prodigio e di altri avvenuti in quei giorni fu testimone una folla numerosa. L’affresco è da quattro secoli venerato nell’altare maggiore del santuario. L’11 luglio 1603 il vescovo di Bergamo mons. Giov. Battista Milani benediceva la prima pietra del Santuario, aperto al culto nel gennaio del 1605. Nel 1606 venne scolpito il gruppo ligneo dell’Addolorata sul modello del dipinto miracoloso.
Il 24 dicembre 1614 venne benedetta dal vescovo Giovanni Emo la colonna votiva sormontata dalla statua marmorea dell’Addolorata, posta all’ingresso del sagrato del santuario. E’ opera di Antonio Abbati. Nel 1615, in adempimento a un voto, gli abitanti di Pedrengo eressero l’altare della Madonna di Loreto nel transetto sinistro della chiesa.
Sulla pala di autore ignoto sono rappresentati con la Vergine Lauretana anche le sante Caterina e Maddalena e i santi Evasio e Silvestro. Il santuario si arricchì di opere d’arte dello Zucco, del Salmeggia. del Gozzi, del Fantoni, ecc… Negli ultimi decenni del secolo XIX la costruzione venne notevolmente ampliata su progetti di don Antonio Piccinelli e di Elia Fornoni. Vi operarono gli artisti Ponziano Loverini, Giovanni Pezzotta, Giuseppe Riva, Antonio Rota, Nino Nespoli, Luigi Angelini, Attilio Nani. Il 17 agosto 1903 il beato cardinale Andrea Ferrari incoronò solennemente l’effigie Importanti restauri sono stati eseguiti di recente, all’interno e all’esterno, in vista del IV Centenario dell’Apparizione.

LE CAMPANE DEL SANTUARIO
I lavori di rifacimento completo del castello del campanile del santuario di Borgo Santa Caterina, portati a termine nella primavera del 2015, hanno consentito di realizzare l’idea di dotare il campanile di altre tre campane, per completare l’intera scala musicale, che consentano i concerti a otto bronzi e così rendere possibile anche il suono della melodia dell’Inno all’Addolorata del santuario “O dolce custode del Figlio…”.
Preghiera in musica composta dal già direttore della Cappella musicale pontificia Sistina monsignor Giuseppe Liberto sul testo del maestro e poeta Alessandro Bottelli. E che suonare il rinnovato
concerto di campane – in Sol – del santuario mariano della città.

Festa dell'Apparizione in Borgo Santa Caterina

IL VOLUME DEL SANTUARIO DELL’ADDOLORATA
Il volume “Il Santuario dell’Addolorata in Borgo Santa Caterina” è stato pubblicato nel maggio 2002, nel quarto centenario dell’Apparizione, al termine di importanti lavori di restauro. Vi si ripercorrono la storia e la spiritualità che hanno contraddistinto la vita del Borgo con le sue tradizioni e devozioni. E’ un testo ricco di immagini di opere d’arte e di architetture, documenti storici e vita quotidiana. Un volume prezioso, di 320 pagine, con stampa a 5 colori, copertina cartonata e sovraccoperta plastificata. All’interno contributi di Ezio Bolis, Efrem Bresciani, Pino Capellini, Gianni Carzaniga, Graziella Colmuto Zanella, Paolo Mazzariol, Andrea Paiocchi.

IL COMITATO PER I FESTEGGIAMENTI
Il Comitato per i Festeggiamenti si occupa di organizzare e coordinare insieme alla Parrocchia di Santa Caterina i Festeggiamenti dell’Apparizione. Durante il mese di agosto vengono pianificati i numerosi eventi in programma tra cui i concerti, la tavolata lungo via Santa Caterina, lo spettacolo pirotecnico durante la sera della vigilia dell’Apparizione e, non ultimo, l’organizzazione della solenne processione.
L’associazione affiliata alla Parrocchia si occupa principalmente degli aspetti culturali, tecnici e logistici legati ai festeggiamenti oltre alla ricerca di fondi per la manifestazione. Impegno, questo, divenuto sempre più impellente. In particolare sono previsti una sottoscrizione a premi, una ricerca di sponsor e si accettano naturalmente donazioni spontanee. I componenti del Comitato, presieduto da Cesare Mainardi, svolgono svariati ruoli.
Parte dei membri dell’associazione si occupano di mantenere i rapporti con le istituzioni e con le società partner delle iniziative relative alla Festa dell’Apparizione, oltre all’aspetto burocratico di tutta l’organizzazione. C’è poi il gruppo dei portatori, composto da volontari, che durante la manifestazione trasportano a spalla il simulacro dell’Addolorata. Il Comitato si riunisce durante l’anno nella casa parrocchiale per discutere e migliorare i vari aspetti dei festeggiamenti relativi all’anno precedente e per preparare il programma dell’evento successivo. Negli ultimi anni il Comitato
per i Festeggiamenti dell’Apparizione collabora anche alla buona riuscita della Festa Patronale di Santa Caterina e ad altri appuntamenti e iniziative della Parrocchia.

IL GRUPPO PORTATORI
Al santuario è sempre stato presente un gruppo di portatori che nella processione del 18 agosto, ricorrenza annuale dell’Apparizione, ha portato e tuttora sorregge a spalla la statua della Madonna
Addolorata. Il gruppo portatori del simulacro della Madonna ogni anno è in ricerca di nuove leve da inserire nel proprio organico, già numeroso, ma vanno considerati anche gli eroici “reduci” che, per età o condizioni di salute, non possono più svolgere il loro compito. Ecco dunque l’appello per nuovi generosi volontari. Chi fosse interessato a svolgere questo servizio può rivolgersi direttamente al Comitato per i Festeggiamenti, nella persona del suo presidente Cesare Mainardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.