BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Ospedale, a 3 anni dal trasloco chiuso il bando per il trasferimento della farmacia

A tre anni e mezza dal trasloco la farmacia esterna dell'ospedale potrebbe ricongiungersi al resto della struttura alla Trucca: lo farà se il Papa Giovanni si aggiudicherà il bando regionale le cui graduatorie saranno annunciate a settembre.

A tre anni e mezzo dal trasloco dell’ospedale di Bergamo da largo Barozzi alla Trucca un solo tassello manca per ricomporre interamente il puzzle: la farmacia esterna è rimasta nell’ex area Riuniti e attende un ricongiungimento che potrebbe anche non esserci.

Il momento della verità è atteso dopo l’estate, nei primi giorni di settembre quando verrà svelata la graduatoria del bando regionale lanciato per aggiudicarsi il servizio.

Al momento, infatti, lungo l’Hospital Street all’ingresso 26 del Papa Giovanni è presente solamente la farmacia delle dimissioni che fornisce ai pazienti i farmaci relativi al primo ciclo terapeutico, in quantità sufficienti all’affidamento al medico di medicina generale. Lo stesso ospedale specifica poi sul proprio sito ufficiale a chi rivolgersi per gli altri farmaci, confermando che “in via Statuto è rimasta la nostra Farmacia esterna”.

Un servizio, quello della farmacia, talmente importante da spingere l’azienda ospedaliera a partecipare in prima persona al bando: l’obiettivo, e la speranza, è quella di essere in vetta alla graduatoria per poter traslocare finalmente il presidio di via Statuto gestito direttamente dall’ospedale stesso.

L’ospedale, trovandosi ora in una zona territoriale diversa da quella di Largo Barozzi, necessita infatti di una nuova farmacia di riferimento: per poterla insediare, però, bisogna passare da un’autorizzazione regionale che a sua volta viene concessa tramite bando pubblico al quale possono partecipare tutti i farmacisti.

Anche altri, quindi, potrebbero aggiudicarselo, ponendo l’ospedale a un bivio: in quel caso difficilmente la farmacia potrebbe trovare posto all’interno della struttura.

A quel punto si penserebbe a uno spazio esterno che la zona, Trucca e Villaggio degli Sposi, potrebbe ospitare: le farmacie, infatti, hanno una copertura territoriale obbligatoria che risponde al numero di abitanti e un nuovo servizio, dati alla mano, potrebbe prendere tranquillamente posto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.