BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Nel 2014 448 vittime della strada, un milione per la sicurezza nei piccoli Comuni

Regione Lombardia stanzia un milione di euro per sostenere i piccoli Comuni nelle spese affrontate per gli interventi che migliorino la sicurezza stradale: possono richiedere il contributo quelli sotto i tremila abitanti e quelli derivanti da fusioni.

Per sostenere i piccoli Comuni nelle spese affrontate per gli interventi che migliorino la sicurezza stradale, la Giunta regionale lombarda, su proposta dell’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha stanziato 1 milione di euro.

“In più occasioni – ha detto Bordonali – ho ricordato che, finchè ci sarà un morto sulle strade lombarde, non potremo abbassare la guardia, né dichiararci soddisfatti. E allora dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire gli incidenti. E lo stanziamento approvato va esattamente in questa direzione”.

“Nel 2014 – ha continuato l’assessore – la Lombardia ha pianto 448 vittime della strada. Sono troppe. Come amministratori abbiamo il dovere di prevenire e garantire sicurezza a tutti gli utenti della strada”.

In concreto, questi fondi consentiranno di finanziare: il miglioramento e/o rifacimento di segnaletica orizzontale, verticale, luminosa e degli attraversamenti pedonali, anche rialzati; l’installazione di rallentatori di velocità, impianti semaforici; l’adeguamento, rettifica e/o nuova realizzazione di tratti di infrastruttura stradale (sottofondo, binder, tappetino di usura) completi di segnaletica orizzontale, verticale ed eventuali opere complementari.

Il cofinanziamento regionale sarà riconosciuto nella misura massima del 60 per cento del costo complessivo del progetto presentato e, comunque, fino all’importo massimo di 30.000 euro, indipendentemente dal costo del progetto presentato.

Possono richiedere il contributo i ‘Piccoli Comuni Lombardi’: i Comuni singoli, con popolazione inferiore o uguale a 3.000 abitanti e i Comuni derivanti dalla fusione di due o più Comuni contigui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.