BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Jihadista voleva colpire Orio, Tremaglia: “Rafforzare i controlli anche a Bergamo”

L'intervento di Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d'Italia e consigliere comunale, sulla notizia dell'espulsione di Farooq Aftab, il pachistano residente a Vaprio d'Adda, che progettava il proprio martirio per la causa jihadista.

L’intervento di Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia e consigliere comunale, sulla notizia dell’espulsione di Farooq Aftab, il pachistano residente a Vaprio d’Adda, che progettava il proprio martirio per la causa jihadista.

“La notizia che il pakistano appena espulso, residente a Vaprio d’Adda, stesse progettando di colpire Orio al Serio, conferma come il nostro aeroporto sia purtroppo un obiettivo molto sensibile. Il timore è che questo tipo di pubblicità purtroppo aumenti su di esso l’attenzione, oltre che dei gruppi criminali organizzati, anche dei cosiddetti lupi solitari, ovvero di quei fanatici presenti sul nostro territorio in numero purtroppo non precisato”, dichiara Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia, circa le ultime notizie sulle intenzioni di Farooq Aftab, il pachistano espulso nei giorni scorsi, residente a Vaprio d’Adda, perché progettava il proprio martirio per la causa jihadista.

“Mi auguro che in seguito a queste novità il Ministero, proprio per scoraggiare questa tipologia di individui, aumenti in maniera visibile i controlli e la presenza di forze di polizia e militari non solo ad Orio al Serio, ma anche nei più importanti centri di collegamento con l’aeroporto, come sono la Stazione ferroviaria e la stazione autolinee di Bergamo. Credo che questa sia l’occasione per il Comune per ribadire ad Alfano e al governo quella richiesta di uomini che, purtroppo, è inascoltata o ignorata ormai da mesi. L’operazione che ha condotto all’espulsione di Farooq Aftab dimostra l’ottimo lavoro di indagine dei carabinieri e delle forze dell’ordine tutte”, conclude Tremaglia, “ma oltre a queste azioni di indagine occorrono anche azioni visibili, per dissuadere i più folli e aumentare la percezione di sicurezza da parte dei nostri concittadini.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.