BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate: incentivi e sanzioni per chi non sistema gli immobili nel centro storico

In Consiglio anche la centrale idroelettrica proposta nel centro storico: dopo le critiche dell'Albatro anche il sindaco Vezzoli si dice assolutamente contrario all'opera decisa dal Consorzio di Bonifica, con autorizzazioni provinciali e regionali "alle quali il Comune difficilmente può opporsi".

Il Documento unico di programmazione e la relazione sullo stato di attuazione dei programmi 2016 al centro del Consiglio comunale d’agosto a Seriate: “Due momenti tra i più importanti della vita amministrativa di una città – ha spiegato il sindaco Cristian Vezzoli – la cui discussione in aula consigliare arriva a pochissimi mesi dall’approvazione del bilancio: tempistica assolutamente sbagliata”.

L’assemblea ha concentrato l’attenzione su due temi importanti per la città: gli interventi di riqualificazione del centro storico e la realizzazione di un impianto idroelettrico sul fiume Serio.

Per il centro storico – o centro vecchio come è stato ribattezzato, che ormai di storico ha poco o nulla – sono stati predisposti incentivi che si spera invoglino i proprietari delle case a risistemare le facciate delle abitazioni. Incentivi e due lettere informative e di sollecito dovrebbero spingere i proprietari degli immobili a intervenire come richiesto prima che scattino le sanzioni.

Per quanto riguarda, invece, il bando “Idee per il Centro Storico”, il sindaco ha rassicurato, annunciano che verrà inserito in un nuovo bando sul commercio, cofinanziato da Regione Lombardia.

Ma l’argomento caldo del momento è senza dubbio è la possibile realizzazione di un impianto idroelettrico – la cosiddetta Roggia Vecchia – sul fiume a Serio, nel pieno centro di Seriate. Su iniziativa della Lista Civica Albatro è stata presentata una nuova interpellanza che, pur riconoscendo l’importanza dell’utilizzo delle energie rinnovabili, ha sollevato seri dubbi sulla scelta di ubicazione dell’impianto, tra la “cascata” all’altezza della RSA e il ponte della ferrovia sulla sponda destra del fiume Serio.

Dettagliata la risposta dell’Amministrazione per bocca del sindaco. Innanzitutto l’Amministrazione Comunale si dice assolutamente contraria alla realizzazione di una centrale idroelettrica nel centro storico, un’opera decisa dal Consorzio di Bonifica, con autorizzazioni provinciali e regionali, alle quali il Comune difficilmente può opporsi.

Oggetto di verifica è la competenza paesaggistica – già valutata positivamente quella urbanistica – che, qualora dovesse essere positiva, darebbe via libera alla realizzazione del progetto. In questo caso l’Amministrazione ha fatto sapere che chiederà a BBE – società che ha in concessione l’opera a Seriate e su altre zone dell’asta del fiume Serio – la costruzione di opere compensative.

“Da maggio ad oggi BBE ha presentato tre progetti alla Commissione Paesaggio del Comune di Seriate. Uno peggio dell’altro. Manca la volontà di fare un bel progetto – ha spiegato il primo cittadino – Non è nostro interesse avere una centrale idroelettrica nel nostro centro storico. Se avranno tutti i permessi necessari, chiederemo il minimo impatto ambientale e opere compensative”.

“La valutazione sull’atteggiamento dell’Amministrazione Comunale nei confronti del progetto dell’impianto idroelettrico è duplice – ha commentato Damiano Amaglio, capogruppo Lista Civica Albatro –: positiva per la dichiarata netta contrarietà dell’Amministrazione rispetto alla realizzazione della centrale, e per il cambio di giudizio da parte del sindaco sull’invasività del progetto attualmente agli atti. Prendiamo atto che è venuto sulle nostre posizioni. Negativa rispetto alla strategia da attuare. Mi pare si speri più nella rinuncia del proponente che a costruire un’azione di opposizione vera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.