BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ad Almè successo per la cena all’aperto tra vicini: vi piace l’idea?

Il piccolo quartiere di via Raffaello Sanzio ad Almè sabato 30 luglio si è ritrovato in piazza per la “cena del buon vicinato”: un ritorno alle origini dove condivisione e fraternità stanno alla base di un gesto tanto semplice quanto importante.

Più informazioni su

Il piccolo quartiere di via Raffaello Sanzio ad Almè sabato 30 luglio si è ritrovato in piazza per la “cena del buon vicinato”: un ritorno alle origini dove condivisione e fraternità stanno alla base di un gesto tanto semplice quanto importante.

“Ognuno – racconta Alberto Signorini – ha portato qualcosa da mangiare e da bere che poi è stato messo sui tavoli e condiviso: tra chiacchiere di paese, risate e giochi per bambini e la serata, oltre a essere stata molto piacevole, ha rafforzato i legami di buon vicinato. Un grazie speciale va a Paola e suo marito, promotori dell’iniziativa: stare insieme e condividere è la strada giusta per vincere la paura del futuro incerto”.

Un’iniziativa che ha attirato la curiosità anche del sindaco Massimo Bandera e del suo vice Walter Fumagalli che si sono presentati al banchetto e l’hanno apprezzato a tal punto da esprimere il desiderio di poterlo diffondere anche ad altri quartieri.

Serate che fanno comunità e che, da qualche tempo, stanno prendendo piede in tutta la provincia: un modo, oltre che per passare una serata in allegria, anche per conoscere i nuovi arrivati e farli sentire parte del quartiere, uscendo da quell’isolamento tipico purtroppo dei nostri tempi.

A livello internazionale esiste addirittura una Giornata Europea dei vicini che solitamente si festeggia nell’ultimo weekend di maggio: nata nel 1999 a Parigi, l’usanza si è prima estesa a tutta la Francia e poi nei Paesi limitrofi. A promuoverla l’associazione European Neighbour’s Day, il cui principale obiettivo è quello di promuovere le buone relazioni di vicinato e rinforzare i legami di prossimità e di solidarietà sociale, contrastando l’isolamento e l’individualismo.

Anche voi avete provato questa esperienza o vorreste organizzarla? Raccontateci.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.