BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’impresa dell’estate vale 10 miliardi in Lombardia, 3 mila aziende in Bergamasca

Più imprese nei condizionatori (13mila) ma crescono quelle che si prendono cura del verde (5 mila, +4,4%), i bed & breakfast (+14,3%), le gelaterie (+1%) e le piscine (+5,6%) 90 mila addetti su circa 500 mila nazionali.

L’estate fa bene alle imprese lombarde. Un settore che cresce in un anno, +1,6% e tocca quota 26.700 imprese a marzo 2016 su un totale italiano di 171 mila.

Sono soprattutto imprese che si occupano di installazione e manutenzione di condizionatori, 13.786. Ma cresce anche la cura del verde che quest’anno conta più di 5 mila attività con una crescita del 4,4% rispetto allo scorso anno. Superano le 2 mila anche le attività legate alle biciclette (+0,1%) e le gelaterie (+1%). Ma l’aumento più forte lo registrano gli alloggi per brevi periodi di vacanza (affittacamere, bed & breakfast): +14,3% con quasi mille e 500 imprese.

C’è anche sempre più voglia di rinfrescarsi in piscina: sono 1.361 e aumentano del 5,6%. Il comparto dei settori estivi lombardi conta circa 90 mila addetti su 500 mila nazionali e vale 10 miliardi di euro di fatturato, di cui 4 solo a Milano, su un totale italiano di 36 miliardi di euro. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese I trim. 2016, 2015 e 2014 per il fatturato.

Tra le lombarde Milano conta oltre 7mila imprese, seguono Brescia con 3 mila e 600, Bergamo con 3 mila, Varese con 2 mila e 700. Ne contano circa 2 mila anche Monza e Brianza e Como. A crescere di più tra le lombarde sono Sondrio (+4,2%), Milano (+3,2%) e Bergamo (+2,3%).

In Italia prima è Roma con oltre 11 mila imprese, segue Milano con 7 mila (+3,2%). Seguono Torino e Napoli. Tra le prime 10 italiane anche Brescia e Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.