BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

BergamoWifi a quota 108mila utenti, ora cerca sponsor per ampliarsi nelle biblioteche

BergamoWifi cerca sponsor per ampliarsi ulteriormente nei quartieri e nei luoghi pubblici di Bergamo.

BergamoWifi cerca sponsor per ampliarsi ulteriormente nei quartieri e nei luoghi pubblici di Bergamo: la Giunta del Comune di Bergamo ha approvato nei giorni scorsi l’iter che condurrà al bando che consente a privati la possibilità di legare il proprio brand al servizio di connettività gratuita cittadino.

“Si tratta di un’iniziativa pensata per espandere ulteriormente un servizio che in un anno è stato capace di registrare oltre 108mila utenti, con una media di 7500 accessi al giorno, ed espandersi nei quartieri” sottolinea l’Assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni, alludendo con l’espansione nei quartieri alle prime due attivazioni di hotspot a Monterosso e in piazza Sant’Anna (alle quali ne seguiranno altre otto nelle prossime settimane).

Il bando pubblico è finalizzato alla ricerca di uno o più sponsor per ottenere risorse finanziarie necessarie all’estensione del servizio BergamoWiFi al Sistema Bibliotecario Urbano, ai centri socio culturali, ai centri di aggregazione giovanile (compresi Polaresco ed Edonè), all’Orto Botanico, a Casa Suardi e all’Urban Center. Gli eventuali sponsor avranno la possibilità di pubblicizzare il proprio logo o marchio sullo spazio pubblicitario di uno o più percorsi della rete di connettività ad internet Bergamo Wi-Fi. Non solo: non è esclusa la possibilità di invio agli utenti “agganciati” all’hotspot sponsorizzato di una “notifica push” che ricorda ai cittadini (ma ogni utente non potrà ricevere più di una notifica) l’attivazione del servizio in quell’area grazie all’impegno dello sponsor e del Comune di Bergamo.

“Il servizio è molto amato dai nostri concittadini e il messaggio promozionale non sarà invasivo: – spiega Angeloni – infatti comparirà solo una volta al giorno sul dispositivo degli utenti. Bergamo continua a fare passi in avanti per diventare una vera smart city europea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.