BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Leader nella vendita di caschi da gara, la Stilo di Pedrengo passa agli americani

Storico passaggio di consegne per la Stilo srl di Pedrengo, azienda leader nella vendita di caschi nel campo rally da competizione. L'azienda bergamasca è stata acquisita al 100% dal gruppo americano Simpson, con sede a New Braunfelsin, in Texas, che ha nella fornitura di dispositivi di sicurezza per il settore sport motoristici il suo core business.

Storico passaggio di consegne per la Stilo srl di Pedrengo, azienda leader nella vendita di caschi nel campo rally da competizione. L’azienda bergamasca è stata acquisita al 100% dal gruppo americano Simpson, con sede a New Braunfelsin, in Texas, che ha nella fornitura di dispositivi di sicurezza per il settore sport motoristici il suo core business. L’operazione è stata curata dall’avvocato Emanuele Cortesi, partner dello studio legale CMA Caffi Maroncelli e Associati, unitamente all’avvocato Matteo Ghilardi e al team di Ernst&Young.

Fondata nel 1999 dall’ex pilota ed imprenditore Ludovico Fassitelli e dalla imprenditrice Elena Perini, l’azienda è riconosciuta a livello mondiale come uno dei principali produttori e designer di caschi e sistemi di comunicazione per gli sport motoristici. L’ultimo fatturato si attesta vicino ai 10 milioni di euro. Tra i principali testimonial il celebre corridore automobilistico finlandese Valtteri Bottas, dal 2013 pilota della Williams in Formula, e Sébastien Ogier, pilota di rally francese campione del mondo nel 2013, 2014 e 2015, in forza alla Volkswagen Motorsport.

“Questa è una grande opportunità per Stilo – commenta Fassitelli -. Fare parte di un gruppo così importante a livello internazionale nel settore motorsport può portare soltanto benefici alla crescita e alla visibilità della nostra azienda”.

“La società – fa sapere lo stesso imprenditore – continuerà ad avere sede operativa a Pedrengo (in via Giosuè Carducci, ndr) e opererà sotto la supervisione del management attuale guidato dal direttore generale Guglielmo Belotti e dai fondatori, che continueranno a sostenere e condurre le attività di sviluppo e di marketing”.

E’ ancora massima, tuttavia, la riservatezza sulle cifre che hanno portato alla conclusione dell’accordo.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.