BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Sazianti e dietetici, al mercato è tempo di zucchini: gustateli nella “carbonara”

Sono gli zucchini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco: le nostre Amichesciroppate ci propongono una gustosa variante della carbonara.

Sono gli zucchini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Verdure di stagione, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si possono trovare a un buon livello di qualità e con origine nazionale. I prezzi evidenziano una certa variabilità, a seconda dei quantitativi raccolti nei luoghi di produzione.

Ricchi di acqua, annoverano diverse proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono un alimento facilmente digeribile e povero di calorie e per questo sono spesso alla base di diete. Inoltre, svolgono una preziosa azione diuretica, lassativa, disintossicante, antiossidante e antinfiammatoria. Il loro consumo, poi, ha benefici sulla mente: oltre a favorire il sonno, risultano utili in caso di spossatezza grazie alla presenza di potassio.

In cucina possono essere consumati in svariati modi e utilizzati per antipasti, primi e secondi, contorni e persino originali dessert. Considerando che crescono a contatto con la terra, è consigliato lavarli accuratamente, poi spuntarli all’estremità e tagliarli a seconda della ricetta che si vuole preparare: a fette, rondelle, dadi o a fiammifero. Un consiglio: è preferibile acquistare quelli piccoli, non troppo grandi e sottili, che non contengono semi, ben sodi, con la buccia lucida e una leggera peluria. E quando si scelgono, bisogna considerare che quelli con il colore più intenso sono anche i più saporiti.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo si nota che sta aumentando la produzione dei frutti di bosco. La stagione sta entrando nel vivo: giorno dopo giorno, ci sono maggiori quantitativi disponibili e, quindi, le quotazioni calano. I lamponi tengono maggiormente i prezzi, mentre more, mirtilli e ribes si sono stabiliti al ribasso.

Per quanto riguarda le albicocche, si possono trovare ancora modesti quantitativi di merce italiana. Il prodotto francese spinge per entrare nel mercato, ma ha il problema di aver subìto molte grandinate (le albicocche francesi extra, non colpite dalla grandine costano di più a causa dell’attento lavoro di selezione). Quelle nazionali sono ancora molto richieste: le regioni di provenienza sono Sicilia, il cui raccolto volge al termine, ed Emilia Romagna. Nelle prossime settimane, invece, si potrà trovare merce piemontese e francese, e probabilmente il prezzo di queste ultime man mano dovrebbe scendere.

È anomala la situazione di pesche e nettarine: la merce italiana è poca rispetto alla richiesta e i prezzi sono tendenzialmente alti. Sono reperibili a valori inferiori, invece, quelle spagnole.

Voltando pagina, per le ciliegie si possono trovare limitati quantitativi provenienti da Trentino, Turchia e Spagna: la stagione volge al termine, i volumi disponibili calano e, inevitabilmente, il valore di mercato cresce.

Proseguendo nel reparto frutticolo, si evidenzia un vuoto produttivo dei fichi rossi: per ora non sono reperibili in quanto le piante hanno concluso il primo raccolto. Per un paio di settimane e per quantitativi modesti, invece, si possono trovare quelli rotondi verdi: essendo limitata la disponibilità, i prezzi sono piuttosto sostenuti, ma la domanda è buona perchè è il momento di questo frutto. Tra una quindicina di giorni, torneranno i fichi rossi, prima dell’epilogo della stagione.

Le fragole hanno molta richiesta ma ce ne sono poche: l’area di provenienza è principalmente il Trentino e i valori di mercato sono tendenzialmente elevati.

Per l’uva da tavola, si può trovare la varietà Vittoria, che al momento manca ancora di colore, e l’Italia2, che si distingue dalle altre perchè più si conserva in casa più aumenta il proprio grado zuccherino. Questa tipologia si potrà trovare per un periodo di tempo limitato, circa un paio di settimane, mentre successivamente ci sarà la varietà Italia, raccolta soprattutto in Sicilia. Man mano arriverà l’ampia e variegata offerta di uva dalla Puglia, tra i più grandi produttori del settore.

Aumentano i quantitativi disponibili di angurie e meloni, che si possono trovare principalmente dal territorio romagnolo e mantovano, il top della qualità.

I limoni, infine, sono reperibili solamente con origine argentina e tunisina (salvo piccoli quantitativi spagnoli), con prezzi vertiginosi, anche per le spese di trasporto.

Passando al comparto orticolo, sono stabili le quotazioni di cavolfiori e peperoni, mentre aumentano i prezzi dei fagiolini boby e dei pomodori cuore di bue, ciliegino e datterino a causa di limitati quantitativi disponibili. La produzione ha risentito delle abbondanti piogge del mese scorso: essendo nella bella stagione, probabilmente, nelle prossime settimane i quantitativi di merce sono destinati ad aumentare. La qualità è buona, la merce arriva da tutta Italia e dai produttori locali.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Carbonara di zucchine

zucchine

Ingredienti per 2 persone

160 g. di spaghetti

1 zucchina grande

1 uovo intero

1 tuorlo

5 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato

3 cucchiai di latte

sale un pizzico

pepe generoso

olio q.b.

Procediamo

Sbattete le uova in una ciotola, aggiunte il parmigiano, il latte e il pepe che io metto generosamente, ma lascio al vostro gusto deciderne la quantità.

Il composto dovrà risultare denso, tenetelo in frigorifero fino all’utilizzo.

zucchine

Scaldate in una casseruola un filo d’olio e saltateci le zucchine, che avrete tagliato a dadini di circa 1/2 cm, salatele e continuate la cottura per circa 10 minuti, dovranno essere cotte, ma croccanti.

zucchine

Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli e fateli saltare nella casseruola insieme alle zucchine  a fuoco vivace, quando vedrete che si saranno  ben amalgamati  spegnete il fuoco e aggiungete la crema che avete in frigorifero.

Aiutatevi con due forchettoni per unire bene tutti gli ingredienti, e voilà!!!

zucchine

Di corsa in tavola, va mangiata appena fatta.

E anche oggi vi auguro buon appetito!!!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.