BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Decreto enti locali: finalmente risolve la questione del Bresciangrana

Il direttore del Consorzio Berni ringrazia il ministro Martina e i parlamentari, tra cui Misiani, per il decreto: salve le 65 stalle e le 70 famiglie delle province di Brescia, Bergamo e Cremona legate al caseificio Bresciangrana.

“La politica italiana ha dato prova di grande efficienza e sensibilità, superando le logiche partitiche e lavorando insieme per riportare la giustizia ad operare con equità”. Lo afferma Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Tutela Grana Padano, commentando il decreto sugli enti locali nel quale si risolve il caso del caseificio Bresciangrana, danneggiato per circa 2 milioni di euro dal sisma dell’Emilia e della Lombardia nel Maggio 2012, unico tra tutti gli altri caseifici emiliani e lombardi a non essere ancora stato indennizzato dalle previste provvidenze pubbliche perché il Comune in cui è ubicato, Offlaga, non era stato inserito nell’elenco dei comuni terremotati.

“Sono cosi’ salve – aggiunge – le 65 stalle e le 70 famiglie delle province di Brescia, Bergamo e Cremona legate al caseificio Bresciangrana. L’impegno del Governo, del ministro Maurizio Martina e della Regione Lombardia ha sanato questa grave situazione. Il Consorzio Tutela Grana Padano, che in questi anni ha sollecitato e seguito la questione congiuntamente a Bresciangrana, ringrazia tutti i Parlamentari e i Consiglieri lombardi che si sono attivati ed in particolare per la loro tenacia su questo specifico argomento gli onorevoli Marco Carra di Mantova, Marina Berlinghieri di Brescia e Antonio Misiani di Bergamo; l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava di Mantova e il Consigliere regionale Annalisa Baroni di Mantova”.

Si è scritta “una bella pagina di efficienza ed efficacia della politica italiana – conclude il direttore Berni – che ha visto l’impegno super partes di tutti i lombardi che hanno saputo fare squadra coinvolgendo l’intera politica italiana su un argomento cosi’ delicato e decisivo per le 70 famiglie coinvolte da questa vicenda. Un esempio da imitare e ripetere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.