BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caloni Agnelli, poker di colpi per la cenerentola della A2

De Angelis, Hoogendoorn, Pierotti e Cavuto: la Caloni Agnelli fa sul serio e piazza un poker di colpi da far invidia anche alle squadre più accreditate dell’intera A2 che l’anno prossimo giocherà.

Carlo De Angelis
Nato 20 anni fa a Formia (Latina) ha vinto la bellezza di 10 trofei a livello giovanile ed ha esordito nel massimo campionato nazionale nell’ultima stagione inanellando addirittura 26 presenze.
“Avrei potuto confrontarmi con la A2 già nell’annata appena conclusa – attacca De Angelis – ma ho preferito restare a Trento alle dipendenze di Rado Stoytchev e alle spalle di Massimo Colaci. Non mi aspettavo di trovare tanto spazio debuttando già alla prima giornata e invece sono stato doppiamente felice per le possibilità che mi sono state date. E’ stato un periodo fondamentale per la mia crescita ed è una scelta che rifarei altre mille volte perché ora ho molta più consapevolezza nei miei mezzi”.

Sjoerd Hoogendoorn
Classe 1991, opposto olandese di Nieuwegein, fresco di vittoria della serie A2 con la maglia di Sora è il grandissimo colpo di mercato della Caloni Agnelli. Il martello di 198 cm ha conquistato tutto nel suo paese con la Dynamo Apeldoorn (un campionato, due coppe nazionali e una Supercoppa), ha centrato il campionato finlandese VaLePa Sastamala nel 2014 per poi approdare in Italia e proseguire i trionfi seppur con un’ unica nota dolente, la sconfitta nella finale di Coppa Italia al tie-break con Vibo: “Una grande stagione – attacca – nella quale ho potuto disputare tutte le partite dando così il mio contributo per l’affermazione in un torneo molto competitivo, peraltro ribaltando la situazione in finale play-off da 0-2. Peccato solo per non aver centrato il double”.

Marco Pierotti
20enne schiacciatore di 193 cm nato a Fano, è in rampa di lancio per le qualificazioni al Mondiale 2017 Under 23 che si terranno a Belgrado, in Croazia, dal 27 al 31 luglio. Prima di tuffarsi nel sogno iridato – la compagine di coach Totire è in ritiro a Costa Volpino – il pensiero è tutto per Bergamo: “Quando Graziosi mi ha prospettato questa possibilità – dice – l’ho colta al volo. E’ una possibilità fantastica per proseguire il lavoro cominciato con lui nell’annata scorsa, ancor più bello poterlo fare in una società molto organizzata e con un pubblico da SuperLega come l’Olimpia. Il suo entusiasmo mi ha contagiato immediatamente”.

Oreste Cavuto
Come Marco Pierotti anche il 20enne di scuola Trento si appresta a salpare verso la Croazia a caccia del pass per il Mondiale 2017 Under 23 e, come l’altro schiacciatore, anche l’abruzzese (è nato a Lanciano ndr) è reduce da un’annata importante a Potenza Picena agli ordini di coach Graziosi.
“Tre anni fa da avversario il pubblico di Bergamo mi aveva impressionato – attacca -, ora spero che in A2 il calore sarà ancora maggiore. Poi torno a lavorare con il coach e avrò la possibilità di proseguire un iter cominciato nell’ultimo campionato: Bergamo ha obiettivi importanti ed è l’ambiente giusto per me”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.