BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“No alle centraline idroelettriche in Val Vertova”, chiesto aiuto a Striscia la Notizia foto

Una raccolta firme e, adesso, una richiesta d'aiuto al celebre programma televisivo. Nel frattempo, la Provincia di Bergamo ha sospeso i termini per la conclusione del procedimento che riguarda la realizzazione delle due centraline in attesa che la società interessata presenti una relazione sull'ambiente ittico-faunistico e il rendering dei due impianti.

Una raccolta firme e, adesso, una richiesta d’aiuto al programma televisivo ‘Striscia la Notizia’. A Vertova c’è chi proprio non ne vuole sapere delle due centraline idroelettriche che una società immobiliare della Val Camonica ha chiesto alla Provincia di Bergamo di poter realizzare nel cuore della valle.

Così, dopo la raccolta firme organizzata per iniziativa di associazioni e gruppi locali e quella online indetta dal Comitato Val Vertova Bene Comune (oltre un migliaio le adesioni complessive), un residente particolarmente preoccupato, Giuseppe Rinaldi, imprenditore edile di 44 anni, ha inviato una lettera al telegiornale satirico di Canale 5 per chiedere aiuto.

“E’ di qualche mese fa la domanda presentata alla Provincia di Bergamo da una società immobiliare della Val Camonica di realizzare due centraline idroelettriche della potenza ciascuna di circa 200KW in Val Vertova, uno dei più suggestivi angoli della Valle Seriana e di elevato valore ecologico e paesaggistico – si legge nel testo della lettera, condivisa anche nel gruppo Facebook ‘Sei di Vertova Se…’ -. Una richiesta che ha creato molte perplessità nei cittadini della Valle (e non solo) e dato il via alla mobilitazione.

Del resto – continua Rinaldi – la Val Vertova è una delle poche valli rimaste incontaminate, con una presenza di biodiversità notevole. Lo stato ambientale del torrente Vertova per la purezza delle sue acque, nella pianificazione dei corpi idrici della Regione Lombardia 2016/2021, ha avuto la valutazione di “Buono”. Inoltre, le potenzialità del corpo idrico sono già sfruttate per prelievi a scopo potabile e ulteriori prelievi di acqua dal torrente ne stravolgerebbero l’ecosistema compromettendo specie e habitat prioritari per la Rete Ecologica Regionale ed Europea; senza contare i danni ambientali che gli sbancamenti previsti per la posa delle condotte (circa 1500 metri) e delle centraline causerebbero sia al paesaggio che all’intero ecosistema della valle, con danni irreparabili alle specie endemiche. Vi è infine la totale assenza di sostenibilità sociale, oltre che ambientale, in quanto il progetto andrebbe a vantaggio di un solo privato e a fini di lucro”.

Rinaldi cita poi tutte quelle personalità politiche che si sono dimostrate contrarie alla costruzione delle due centraline. Come il sindaco di Vertova Gianni Gualdi e il consigliere regionale del M5S Lombardia Dario Violi, promotore della mozione approvata il 5 luglio in Consiglio regionale che chiedeva la moratoria delle concessione delle derivazioni idroelettriche nel Fiume Serio e una valutazione sullo stato di salute del fiume per quantificare la possibilità di rilasciare eventuali nuovi permessi. Ma anche quelle del presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi, che si era detto sfavorevole all’insediamento.

Questo perchè la valle “è un luogo unico – conclude Rinaldi -. Per noi cittadini è una parte di vita. Ha dato lavoro e mantenimento a parecchie famiglie e noi di nuova generazione l’abbiamo sempre adorata, cullata, cercata di mantenere al meglio. A causa dell’interesse di poche persone tutto questo potrebbe svanire e non possiamo permettere che ciò accada. Soprattutto per qualche KW di corrente in più (e le tasche piene di qualche privato). Stiamo parlando di un luogo magico, che esalta il cuore e lo spirito. Anche con il vostro intervento (rivolto a Striscia, ndr), speriamo di preservare uno dei luoghi più belli di tutto il territorio bergamasco. Una Valle più che mai silenziosa, ma che ora grida aiuto”.

Ora non resta che attendere una risposta definitiva dalla redazione del programma. Nel frattempo le liste d’opposizione ‘Nuovo Corso’ di Fiorano al Serio, ‘Insieme per Gazzaniga’ e ‘Insieme per Cene’ presenteranno in Consiglio comunale una mozione per chiedere di attivare le procedure volte a trasformare la Val Vertova in Riserva Naturale Regionale. La Provincia di Bergamo ha inoltre sospeso i termini per la conclusione del procedimento che riguarda la realizzazione delle due centraline in attesa che la società interessata presenti una relazione sull’ambiente ittico-faunistico e il rendering dei due impianti.

A generica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.