BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Palafrizzoni, bandiera a mezz’asta; Gori: “Libertà, uguaglianza e fratellanza sono anche i nostri valori”

Le parole del sindaco di Bergamo Giorgio Gori dopo i terribili fatti che giovedì 14 luglio sono costati la morte a 84 persone a Nizza, nel sud della Francia.

“A nome dell’Amministrazione comunale e dei cittadini di Bergamo esprimo la più dura condanna dell’orribile atto terroristico avvenuto a Nizza, insieme al nostro dolore e al nostro cordoglio per le tante vittime innocenti”.

Queste le parole del sindaco di Bergamo Giorgio Gori dopo i terribili fatti che giovedì 14 luglio sono costati la morte a 84 persone a Nizza, nel sud della Francia.

“Preghiamo per le loro famiglie e ci stringiamo ai nostri fratelli francesi – continua Gori -. Colpire la Francia il 14 luglio significa voler colpire i valori che questa data rappresenta per tutti noi: libertà, uguaglianza, fratellanza; valori odiati dagli assassini dello Stato Islamico che con più forza – da oggi – ci sentiamo impegnati a riaffermare, difendere e praticare”

Così come avvenuto dopo le stragi che hanno colpito la Francia nell’ultimo anno, Palafrizzoni ha esposto la bandiera francese a lutto per commemorare le vittime dell’attentato compiuto a Nizza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.