BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Misiani: “10 milioni alle famiglie del disastro ferroviario in Puglia” foto

La commissione bilancio della Camera ha approvato all'unanimità l'emendamento che stanzia 10 milioni in favore delle famiglie delle vittime del disastro ferroviario di Andria e Corato. Lo rende noto il deputato bergamasco del PD Antonio Misiani su Fb. A ogni famiglia andranno non meno di 200 mila euro.

E’ arrivato il via libera del governo e della commissione Bilancio alla proposta Boccia per gli aiuti alle famiglie del disastro ferroviario sulla linea Andria-Corato. Lo prevede un emendamento al Dl Enti Locali depositato dal relatore bergamasco Antonio Misiani e votato all’unanimità in commissione Bilancio che autorizza una spesa di 10 milioni “in favore delle famiglie delle vittime” e “di coloro che a causa del disastro hanno riportato lesioni gravi e gravissime”. A ogni famiglia non andranno meno di 200 mila euro, spiega l’emendamento.

“La commissione bilancio della Camera ha appena approvato all’unanimità l’emendamento a mia firma come relatore del decreto legge enti locali che stanzia 10 milioni in favore delle famiglie delle vittime e dei feriti del disastro ferroviario di Andria e Corato”, ha scritto il deputato bergamasco del PD Antonio Misiani in un post su Facebook.

Sabato 16 luglio, l’onorevole Misiani sarà ai funerali delle vittime del disastro ferroviario in cui hanno perso la vita anche Salvatore Di Costanzo, 56 anni, agente di commercio di Bergamo e noto allenatore di calcio, e Michele Corsini, barista 61enne di Cologno al Serio.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.