BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Strage di Nizza, Hollande: “La Francia più forte dei fanatici che vogliono colpirla”

Le reazioni dei vari capi di stato, Hollande: “La Francia sarà sempre più forte dei fanatici che vogliono colpirla”.

Il giorno dopo l’attentato a Nizza che nella sera di giovedì 14 luglio ha causato la morte di 84 persone e almeno 100 feriti arrivano le prime dichiarazioni dei vari capi di Stato, che mostrano vicinanza e cordoglio al Paese appena colpito.

Papa Francesco ha seguito per tutta la notte le notizie che arrivavano dalla città della Costa Azzurra sottolineando la vicinanza alle vittime e al popolo francese.

“Condanniamo nella maniera più assoluta questa manifestazione di pazzia omicida, di odio, di terrorismo, di attacco contro la pace”, riferisce la Radio Vaticana. “Manifestiamo la nostra partecipazione e solidarietà alla sofferenza delle vittime e di tutto il popolo francese in quello che doveva essere un giorno di grande festa”, riporta il portavoce del Vaticano padre Federico Lombardi.

Lo stesso premier francese, Francois Hollande, in una conferenza stampa rilascia le prime dichiarazioni: “La Francia è afflitta per questa nuova tragedia, è inorridita per quanto successo, per questa mostruosità di chi ha usato un camion per uccidere, deliberatamente uccidere decine di persone che volevano semplicemente festeggiare il 14 luglio. La Francia è colpita, è afflitta ma la Francia è forte e sarà sempre più forte, ve lo assicuro, dei fanatici che oggi vogliono colpirla.”

Il premier Matteo Renzi è sicuro: “Nessun paese è a rischio zero” e intanto ritwitta le dichiarazioni del presidente francese Hollande.
Anche il presidente della regione Lombardia, Maroni, sul suo profilo Facebook scrive: “Esprimo il dolore e il cordoglio mio personale e del Governo della Regione Lombardia per le vittime innocenti dello sconvolgente attentato terroristico di Nizza. Ma le parole non bastano più. E’ dovere morale di tutti noi reagire con forza e durezza, per riaffermare il valore della nostra civilta’ e della vita. Europa sveglia”.

Barack Obama, presidente degli Stati Uniti, in nome del popolo americano rilascia alcune dichiarazioni: “Nei termini più forti il terribile attacco terroristico”. “I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alle famiglie delle vittime. Ho dato ordine alla mia squadra di restare in stretto contatto con le autorità francesi e ho offerto tutta l’assistenza di cui possono aver bisogno per portare i responsabili davanti alla giustizia. Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Francia, il nostro più antico alleato, affinché risponda e si riprenda da questo attacco”.

La cancelliera tedesca Angela Merkel a Ulan Bator, in Mongolia, dove si trova in visita di Stato dice: “La Germania è al fianco della Francia nella lotta al terrorismo. E sono convinta che malgrado tutte le difficoltà vinceremo questa battaglia”.

Su Twitter anche il nuovo ministro britannico Boris Johnson è scioccato e addolorato per quanto accaduto a Nizza e per la terribile perdita di vite umane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.