BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

“Bombardate sti marrucchin”: bufera sul professore del liceo Turoldo di Zogno fotogallery

“Bombardate sti marrucchin”: una frase, pubblicata con leggerezza sul proprio profilo di Facebook, che ha fatto finire della bufera un professore del liceo Turoldo di Zogno, Antonio Vivolo.

Il docente ha voluto commentare così, qualche minuto dopo i fatti, il sanguinoso attentato che giovedì 14 luglio a Nizza è costato la vita a 84 persone, corredando l’infelice frase con i simbolini di alcune bombe.

Il post avrebbe anche riscosso un grande successo, con 130 like. Peccato però che tra i 60 commenti ricevuti ce ne fossero diversi lasciati da alcuni alunni del liceo, di fede musulmana, che “tiravano le orecchie” al professore, invitandolo a fare un passo indietro.

Screen

Vivolo, dopo aver appreso di aver scatenato una piccola bufera, qualche ora più tardi la discussa pubblicazione ha rimosso il post. Prima di cancellare la frase, però, la risposta agli utenti arrabbiati: “Cancello sto post. Ma ripeto: rispettate la libertà di espressione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.