BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Minuti: “Il Comune apra un bando di contributi per gli alluvionati” fotogallery

Danilo Minuti, capogruppo “Lista Civica Tentorio”, chiede al Comune di Bergamo di aprire un bando di contributi per aiutare i cittadini colpiti dall'alluvione di domenica 26 giugno.

Danilo Minuti, capogruppo “Lista Civica Tentorio”, chiede al Comune di Bergamo di aprire un bando di contributi per aiutare i cittadini colpiti dall’alluvione di domenica 26 giugno.

“Ancora adesso sono moltissime le richieste di aiuto e di sostegno che ci giungono dai cittadini dei quartieri colpiti dal nubifragio di domenica 26 giugno – afferma Minuti -. Secondo le prime stime in possesso, i danni che hanno subito i privati ammontano a più di un milione e ottocento mila Euro, a cui vanno aggiunti oltre trecentocinquantamila Euro di danni al patrimonio pubblico (strade, marciapiedi, fossati..). Una vera emergenza, a cui molti dei cittadini colpiti ancora non sanno come fare fronte, come dimostrano le tante riunioni avvenute nei quartieri per cercare di avanzare nei confronti dell’Amministrazione Comunale proposte di aiuto organiche ed unitarie”.

“Lunedì sera 11 luglio, in Consiglio Comunale il Centrodestra ha presentato un Ordine del giorno Urgente, poi approvato all’unanimità anche se modificato da diversi emendamenti, per cercare di dare delle risposte concrete e “sostanziali” ai residenti del Comune di Bergamo colpiti dall’alluvione – prosegue il capogruppo della Lista civica Tentorio -. In particolare si è approvata la richiesta “di valutare la possibilità di escludere il pagamento di tasse e imposte comunali e regionali, valutandone le modalità, per almeno un anno ai residenti e ai commercianti interessati all’alluvione che dimostrino di aver ricevuto cospicui danni alle relative proprietà”.

“Come si evince leggendo il testo, si rimanda ad una volontà di sondare la possibilità di escludere il pagamento delle tasse da parte degli alluvionati, ma senza definirne le modalità ne la consistenza. Del resto, come si poteva evincere dalla discussione in aula, diversi consiglieri hanno messo in dubbio la possibilità stessa di percorrere questa strada. Strada che per noi rimane sicuramente positiva e degna di essere percorsa ma che, qualora non fosse praticabile, necessita di una soluzione alternativa per rispondere al drammatico problema di molti nostri concittadini – conclude Minuti -. Soluzione che avremmo individuato. Andando a guardare infatti tra le pieghe del bilancio vediamo come siano stanziati per l’annualità in corso 440.000 Euro destinati al Fondo di Riserva. Tale Fondo, previsto per legge, è destinato a spese improvvise che l’Amministrazione deve sostenere a seguito di eventi non prevedibili. Già l’Assessore Brembilla ha annunciato di voler utilizzare 100.000 Euro di questo Fondo per finanziare gli interventi di messa a norma del patrimonio pubblico danneggiato dal nubifragio. Chiediamo che la restante cifra, poco più di 300.000 Euro, sia destinata a un bando pubblico per contributi a fondo perduto per i residenti e i commercianti interessati all’alluvione che dimostrino di aver ricevuto danni alle relative proprietà. Sarebbe una risposta concreta e fattiva che il Comune di Bergamo potrebbe immediatamente dare ai propri cittadini, in attesa poi che il Governo su richiesta della Regione proclami lo stato di calamità e attivi ulteriori fondi statali a favore dei nostri concittadini bergamaschi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.