BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Primavera Moroni”: 26 alberi di melo per riqualificare la via del centro

Presentato il progetto di restyling e sponsorizzazione delle fioriere esistenti lungo la via denominato “Primavera Moroni”: un modo semplice per migliorare la percezione di questo vivace e storico quartiere residenziale.

Mercoledì 13 luglio alle 18 al RED caffè in via Moroni 11 a Bergamo, alla presenza di Sergio Gandi, Vice Sindaco del Comune di Bergamo, e Leyla Ciagà, Assessore Ambiente, Politiche Energetiche, Verde Pubblico del Comune di Bergamo, è stato presentato il progetto di restyling e sponsorizzazione delle fioriere esistenti lungo la via denominato “Primavera Moroni”.

Tutto nasce grazie al desiderio di Fabio Epis e Fabio Spada, titolari del RED_caffè che, meno di un anno fa, consapevoli del periodo difficile vissuto dalle attività commerciali presenti nell’intero Borgo San Leonardo anche a causa dell’immagine negativa di cui soffre la zona, hanno proposto di attivare gli altri esercenti e i cittadini residenti in un progetto in grado di migliorare la percezione stessa di questo vivace e storico quartiere residenziale. Grazie al coinvolgimento di Ivana Lacagnina, architetto specializzata in architettura dei giardini e progettazione del paesaggio oltre che residente, l’idea iniziale è diventata una proposta concreta.

“Al centro del progetto – racconta l’architetto Lacagnina – le 26 fioriere esistenti, posizionate oramai una decina d’anni fa dal comune ed in cattivo stato di conservazione, fioriere che sono state riverniciate e riposizionate sui marciapiedi a destra e sinistra della strada dove erano originariamente previste dal Comune. Sulle stesse sono state poste delle fasce amovibili in metallo verniciato che riportano il nome scelto per il progetto ‘Primavera Moroni’ e quello dell’attività commerciale/condominio che si è preso in carico la realizzazione e, soprattutto, la successiva manutenzione delle nuove fioriere riqualificate”.

“Al loro interno – continua l’architetto – è stata eliminata la vegetazione arbustiva presente, oramai differente in ogni fioriera,  e piantante delle nuove specie omogenee. La vera novità sono gli alberi,  dei meli ornamentali di altezza superiore ai tre metri, che regaleranno un impatto estetico piacevole anche a distanza e per tutto l’anno, creando l’effetto di un viale alberato”.

Gli alberi di melo sono accompagnati da vegetazione arbustiva ed erbacea a bassa manutenzione: alberi di Malus “Evereste, Rosa “Innocentia” (arbustiva rifiorente, bianca), Verbena bonariensis (erbacea perenne), Stipa tenuissima (graminacea ornamentale) e due varietà di lavanda, Lavandula spica e Lavanda augustifolia “Munstead”.

“In primo luogo vorrei ringraziare di cuore il quartiere: – sottolinea l’Assessore all’Ambiente del Comune di Bergamo Leyla Ciagà – l’iniziativa ‘PrimaveraMoroni’ è un esempio non solo di cittadinanza attiva, ma di cittadinanza iperattiva, un’idea a cui son seguiti un’azione di coordinamento e la costruzione di un progetto che può essere considerato esemplare e venire replicato anche in altri contesti cittadini. Vorrei sottolineare la coesione sociale sottesa a questo progetto: residenti e commercianti hanno lavorato insieme e a stretto contatto in un’iniziativa che va a beneficio della qualità degli spazi pubblici che loro stessi vivono e abitano.”

Il costo dell’opera è stato interamente sostenuto dai commercianti e dai residenti che hanno aderito all’iniziativa (circa trenta). La partecipazione di aziende interessante a sostenere e sponsorizzare l’iniziativa, ha consentito il contenimento complessivo delle spese.

Ha inoltre contribuito l’Associazione per il Borgo San Leonardo, presieduta da Paolo Bertuletti, che si è fatta carico anche della raccolta fondi.

In particolare, si ringraziano: Licini Vivai di Curno per le piante e la piantumazione; CTL – Centro Taglio Lamiere di Stezzano per la realizzazione delle fasce in ferro incise al laser ed Ermanno Fumagalli, residente di via Moroni, per la loro messa in opera; Carrozzeria Giovicar di Nembro per la verniciatura delle fioriere il cui costo è stato interamente sostenuto da Giancarlo Bassi, residente di via Moroni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.