BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Arriva “Pokémon GO”, il gioco innovativo che porta i Pokémon nella vita reale

Zaino in spalla e scarpe da corsa ai piedi, si parte per diventare allenatori di Pokémon!

È stato rilasciato mercoledì 6 luglio in Italia “Pokémon GO”, gioco in realtà aumentata con protagonisti i mostriciattoli più famosi di sempre.

Non si tratta però di un videogioco canonico, di quelli che ci tengono incollati all’accoppiata TV e divano, ma un vero e proprio incentivo ad uscire all’aperto e passeggiare per le nostre città.

Il termine realtà aumentata descrive infatti un tipo di gioco che si “sovrappone” alla realtà quotidiana aggiungendone degli elementi virtuali con i quali è possibile interagire.

Nel mondo di “Pokémon GO” questo si traduce ad esempio nel doversi spostare fisicamente da un punto all’altro del nostro paese per compiere dei movimenti anche nel mondo virtuale grazie al GPS del nostro smartphone ed avvicinarci così ai Pokémon presenti sulla mappa per poterli catturare.

Le nostre scampagnate non saranno però dettate solamente dal recarci dai Pokémon: avremo anche la possibilità di visitare luoghi di interesse del mondo reale (come chiese, installazioni artistiche ecc.) che nel gioco vedremo trasformati in “PokéStop” dove rifornirci di strumenti e delle preziose Pokéball per catturare tutti i mostri che incontreremo.

L’interazione con il mondo reale continua poi grazie alla fotocamera dei nostri device con la quale avremo la possibilità di osservare le creaturine che ci si pareranno davanti all’interno del nostro mondo: l’erba alta infestata di Rattata diventerà realtà.

Non solo Pokémon ed erba alta (come da tradizione nei videogiochi della serie), ma gli animaletti saranno presenti su tutto il mappamondo (il gioco sfrutta le famose mappe di Google) in maniera coerente: avremo così Pokémon d’erba e di terra in campagna, Pokémon d’acqua al mare o vicino ai fiumi e così via.

Insomma, una vera manna per chi è cresciuto guardando i cartoni animati della serie o giocando ai videogiochi sperando di poter partire un giorno e diventare il miglior allenatore di Pokémon del mondo. Beh, quel giorno è finalmente arrivato, perciò… Gotta catch ‘em all!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.