BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Colorati e saporiti, peperoni protagonisti al mercato: ottimi in insalata di riso venere

Sono i peperoni il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. L’improvviso aumento dei quantitativi offerti dalla produzione nazionale stimola la concorrenza e determina una generale riduzione dei prezzi: le nostre Amichesciroppate ci propongono una gustosa insalata di riso venere.

Sono i peperoni il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. L’improvviso aumento dei quantitativi offerti dalla produzione nazionale stimola la concorrenza e determina una generale riduzione dei prezzi. È differente, invece, la situazione su scala europea dove il prodotto olandese viene scambiato a prezzi tripli rispetto a quello italiano e per questo attualmente non vi è motivo per il quale tenere in considerazione la referenza estera.

Ortaggi di stagione, i peperoni annoverano molte proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Poveri di calorie, contengono vitamine (C, E, J, K e provitamina A carotene) e non mancano di sali minerali e oligoelementi (principalmente potassio, ma anche fosforo, magnesio, calcio e ferro). Grazie al contenuto di acqua e fibra, poi, hanno un lieve, effetto lassativo.

Secondo alcune ricerche avrebbero potenziali effetti antitumorali: gli estratti dei peperoni, infatti, inibirebbero la formazione o l’azione di alcuni composti cancerogeni.

In cucina possono essere adoperati in svariati modi. Ad esempio, per preparare una gustosa peperonata, la giardiniera, saporite varianti della caponata, ratatouille o la bagna cauda piemontese. Più semplicemente, possono essere consumati sott’aceto, sott’olio, in insalata, crudi a listarelle, insaporiti con olio, pepe e sale, o alla griglia. Inoltre, rappresentano un ingrediente strategico per insaporire primi piatti (pastasciutta e risotto) e secondi (peperoni ripieni e torte salate) oppure come contorno. Per renderli maggiormente digeribili, si consiglia di privarli delle parti bianche interne e dei semi e di togliere la “pelle” che li ricopre scottandoli in acqua bollente per qualche minuto o mettendoli in forno a 180° per 20 minuti. È utile, poi, tagliarli a fettine sottili, di pochi millimetri e orizzontalmente (spezzando i legami della molecola che costituisce la fibra), cucinarli senza usare troppo olio e spremere qualche goccia di limone prima di mangiarli. Un consiglio: al momento dell’acquisto scegliere gli esemplari con la buccia soda e ben tesa, lucida e senza ammaccature, il picciolo turgido e di colore brillante, l’odore gradevole e non troppo intenso.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si nota una notevole disponibilità di agrumi, quasi esclusivamente con origine estera, come è giusto che sia considerando che ormai ci troviamo in estate. Tra bancali e cassette spiccano arance greche, spagnole e sudafricane, limoni argentini, pochissimo prodotto nazionale e pompelmi sudafricani: per quelli italiani si dovrà attendere il nuovo raccolto, il prossimo autunno. Anche per il kiwi il prodotto di origine estera soppianta quello nazionale e per il nuovo raccolto con origine Italiana si dovrà attendere l’autunno.

Italiane, italianissime le albicocche, che evidenziano un buon standard qualitativo e quantitativo: migliora la richiesta di mercato con quotazioni tendenti al rialzo.

Per le ciliegie si trovano esclusivamente varietà tardive: il prodotto attualmente offerto stupisce per qualità e quantità. Sono in diminuzione i quantitativi con origine nazionale, mentre risulta tendenzialmente in aumento il prodotto spagnolo, turco e greco, con quotazioni allineate rispetto alla storicità del periodo.

Le pesche sono disponibili a condizioni di mercato migliori delle nettarine: una qualità delle varietà nazionali che se generalizzata non soddisfa a pieno il palato del consumatore lascia ancora ampio spazio a quelle spagnole, non eccezionali ma indubbiamente qualitativamente più costanti soprattutto per quanto riguarda la maturazione dei frutti nel periodo post-raccolta.

È importante in termini di volumi movimentati la situazione delle angurie, buonissima quella di origine mantovana: se proprio si vuole essere pignoli, il colore un po’ pallido della polpa non convince appieno il consumatore che sempre più riconosce nell’aspetto una prerogativa fondamentale della qualità. È soddisfacente anche il livello qualitativo del resto della merce disponibile.

Risulta piuttosto sostenuta, infine, la settimana per le compravendite dei meloni: attualmente il rapporto domanda offerta permette ai commercianti di offrire buone quotazioni, ma le prime avvisaglie descrivono un prossimo periodo più carico di prodotto con una conseguente, probabile, generalizzata diminuzione dei prezzi.

Passando al comparto orticolo, si conferma conveniente il rapporto qualità/prezzo dei fagiolini tipo boby, anche se a breve le scarse remunerazioni costringeranno, probabilmente in alcuni casi a sospendere le operazioni di raccolta. Per concludere, pare lenta e inesorabile la diminuzione del valore di mercato delle zucchine: le quotazioni di merce di buona qualità stanno toccando livelli che a breve renderanno vana l’offerta della merce meno pregiata o comunque di qualità inferiore.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Insalata di riso venere e verdurine saltate

peperoni

Care Amichesciroppate,

inizia la bella stagione e con lei la voglia di cucinare delle buone e fresche insalate di riso!

Lasciamo sugli scaffali dei supermercati tutti quei bei vasetti di condimenti già pronti per insalate di riso, e impariamo a utilizzare le verdure di stagione per insaporire i nostri piatti!

Quella che voglio proporvi oggi è una ricetta molto gustosa e molto molto molto facile che potrete anche preparare il giorno prima e gustarvela il giorno dopo per un pic-nic o per un pranzo in giardino con i vostri amici.

INGREDIENTI per 4 persone

400 gr di riso venere

2 peperoni

2 zucchine

2 gambi di sedano

1 scalogno

2 carote

olio evo qb

sale

pepe

peperoni

PROCEDIMENTO

Lessate il riso Venere in abbondante acqua salata, nel frattempo pulite per bene tutte le verdure e tagliatele a cubetti molto piccoli.

In una pentola antiaderente fate soffriggere lo scalogno tagliato sottile e unite tutte le altre verdure.

peperoni

Saltatele in padella per una decina di minuti, salatele e pepatele.

Non cuocetele troppo, dovranno rimanere molto croccanti.

Quando il riso sarà cotto scolatelo sotto l’acqua corrente fredda e lasciatelo asciugare.

peperoni

Quando anche le verdurine si saranno raffreddate unitele al riso e mescolatele per bene.

La vostra insalata di riso Venere è pronta per essere gustata!!

Ricetta molto gustosa e molto molto molto facile la potrete anche preparare il giorno prima e gustarvela il giorno dopo per un pic-nic o per un pranzo in giardino con i vostri amici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.