BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

The Floating Piers, boom social: 143milioni di persone raggiunte con oltre 100mila contenuti

Per The Floating Piers il successo è arrivato anche sui social: oltre 100mila contenuti condivisi, 143milioni di persone raggiunte nel mondo. E a guadagnarci in termini di visibilità è anche il territorio del lago.

Per capire quale impatto abbia avuto The Floating Piers sul territorio basta ripassare i dati delle affluenze: oltre un milione e 200 mila persone hanno visitato l’opera di Christo durante i suoi 16 giorni di apertura, con una media di 72mila presenza al giorno.

Cosa abbia invece scatenato dal punto di vista social l’evento è stato rilevato dal progetto #tuttisulponte, ideato da Christian Forgione e Maurizio Cadeo, due consulenti di marketing attivi soprattutto dal territorio bresciano che hanno affidato ad Arcadya, società leader nel campo del social audit, l’arduo e delicato compito di un monitoraggio ad ampio spettro sull’attività degli utenti della rete.

Sono stati circa 100mila i contenuti riguardanti The Floating Piers postati sui principali social network, capaci di raggiungere più di 143milioni di persone in tutto il mondo: senza dubbio una bella vetrina per tutto il territorio del lago d’Iseo che, con gli hastag specifici (#lagodiseo, #lakeiseo, #iseolake) ha raggruppato più di 25mila contenuti, arrivati a 19,3 milioni di utenti.

Assoluta star nel campo dei social è stato Instagram che, per uso e coinvolgimento, ha dominato nel confronto con Facebook e Twitter: più di 70.400 le immagini condivise contro i 22mila tweet, i 2600 post su Facebook e i 3.700 su Tumblr.

“Tutti questi numeri fanno riflettere di come, se ben veicolati, i social sono un fattore fondamentale per la promozione turistica – sottolineano da #tuttisulponte -. L’attività di ‘Tutti sul ponte’, ci mostra chiaramente come uomini e donne siano sempre più affascinati dal condividere il vissuto di un’esperienza unica e di trovarsi a proprio agio ad utilizzare le nuove tecnologie. Attimi di vita immortalati con un tweet o una foto su Instagram, grande protagonista di questo evento e forse di ogni occasione di valorizzazione territoriale. Non solo un’immagine che arriva prima delle parole ma bensì momenti di vita spensierati condivisi con il mondo intero”.

Nella ricerca ha trovato spazio anche Bergamonews, segnalato come “Facebook Influencer”: sostanzialmente significa che, attraverso l’attività social, è riuescito a coinvolgere un numero maggiore di persone. Viene premiato così il lavoro svolto durante le due settimane dell’evento con articoli, reportage fotografici e video in diretta dalla passerella.

L’infografica con tutti i dati:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.