BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

In Regione nasce Lombardia Popolare, portavoce Angelo Capelli

Il portavoce Angelo Capelli, e il coordinatore lombardo, Alessandro Colucci, hanno annunciato la nascita in Regionae del nuovo gruppo Lombardia Popolare a cui hanno aderito gli attuali consilieri del Nuovo Centrodestra.

“Con la nascita di Lombardia Popolare ci poniamo come promotori di una nuova proposta politica che allarga i suoi orizzonti non solo alle esperienze politiche di tradizione cattolica, liberale, e socialista ma soprattutto alla ricchezza della società civile, del mondo associativo e a tutto quell’elettorato moderato che oggi non si ritrova in nessun soggetto. L’esperienza di Milano ci ha dimostrato, infatti, la necessità di un cambio di passo per non rassegnarsi ad un passato che non può tornare”.

Con queste parole il capogruppo di Lombardia Popolare, Angelo Capelli, e il coordinatore lombardo, Alessandro Colucci, hanno annunciato la nascita in Regionae del nuovo gruppo Lombardia Popolare a cui hanno aderito gli attuali consilieri del Nuovo Centrodestra. Alla conferenza di presentazione della nuova squadra regionale erano presenti anche Maurizio Lupi, capogruppo di AP alla Camera, Matteo Forte, consigliere di Milano Popolare, e Alessandro Bramati, Presidente del Municipio 4 di Milano.

Angelo Capelli

“Le elezioni milanesi – spiega Colucci – hanno dimostrato che è possibile creare un nuovo progetto politico quando si pone al centro i contenuti e si scegli un candidato capace di fare sintesi. Solo attraverso questo metodo è possibile, infatti, trasformare le differenze, tra i diversi movimenti e partiti, in un ricchezza e non in un elemento di divisione. Oggi non assistiamo ad una semplice operazione di maquillage, infatti, oltre a evolverci da Ncd a Lombardia Popolare diamo vita a una nuova organizzazione del partito regionale, perchè solo così possiamo compiere quel cambio di passo necessario a smuovere l’area moderata dall’immobilismo e creare un’alternativa concreta e nuova alla sinistra e al grillismo”.

“I prossimi diciotto mesi – sostiene Capelli – saranno decisivi per dimostrare ai lombardi che siamo capaci di fare del buon governo e non solo che abbiamo tenuto vivo un modello di eccellenza. In questa prospettiva il cambio di passo è anche una sveglia per i nostri alleati e il presidente Marano affinché in Regione Lombardia si compia un’accelerazione di cui sentiamo il bisogno, sia approvando nuovi provvedimenti sia superando la timidezza nell’attuazione delle riforme, a partire dalla sanità e dalla casa. Molti sono i temi, infatti, ai quali crediamo sia necessario con urgenza mettere mano; a partire da quello della famiglia, con la nostra proposta di introdurre il Fattore Famiglia, sino al tema decisivo della disoccupazione giovanile, senza dimenticare l’autonomia regionale, intesa come federalismo autenticamente applicato, e l’innovazione amministrativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.