BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caravaggio, Bolandrini fa la giunta e “premia” Baruffi con la presidenza del consiglio

Il neosindaco di Caravaggio nomina i suoi fedelissimi e assegna le deleghe: all'alleato del ballottaggio va la presidenza del consiglio comunale.

Dopo aver spodestato il Carroccio dal governo di Caravaggio, ecco che il neo sindaco Claudio Bolandrini (Partito Democratico e “Bolandrini sindaco per Caravaggio”) svela nomi e incarichi della squadra che lo affiancherà nell’attività amministrativa per tutta la durata del mandato.

In attesa dell’insediamento del nuovo consiglio comunale che si terrà alle 20 di giovedì 7 luglio, ecco chi occuperà i posti in giunta: a ricoprire il ruolo di vicesindaco sarà Ivan Legramandi (con delega a Servizi alla Persona e Associazionismo) mentre gli assessori saranno Pierluigi Lanzeni (con delega a Urbanistica, Edilizia Privata e Lavori Pubblici), Mara Carminati (con delega a Pari Opportunità, Politiche Giovanili, Sport e Tempo Libero), Francesco Merisi (con delega a Tributi, Bilancio, Personale, Farmacia) e Federica Banfi (con delega a Territorio e Ambiente, Demanio e Patrimonio, Viabilità). I consiglieri con delega saranno Matteo Colombo all’Agricoltura, Elisa Gatti all’Innovazione, Graziano Bertulessi alla frazione di Masano e Marianna di Palma alla frazione di Vidalengo mentre, i consiglieri che subentreranno in surroga, saranno Sara Valimberti e Giusi Brambilla per il Partito Democratico e Marianna di Palma ed Enrico Premoli per la civica “Bolandrini sindaco per Caravaggio”.

“È una buona squadra, – ha commentato il sindaco Bolandrini, che avrà a sua volta deleghe in Sicurezza e Protezione Civile, Cultura e Istruzione, Attività Produttive Commercio e Turismo, Affari Generali e Comunicazione – nominata per i 4/5 in base alle preferenze ricevute e alle competenze professionali ed umane di ciascuno dei componenti, senza dover ricorrere a tecnici esterni. Ora stiamo già studiando casi è priorità, perché non partiamo da zero, ma saliamo su un treno che non si è mai fermato”.

A ricoprire il ruolo di primo presidente del consiglio comunale della storia di Caravaggio sarà, invece, Augusto Baruffi, l’ex uomo della Lega Nord, supportato da Forza Italia nel corso dell’ultima tornata elettorale, che aveva indirizzato il suo elettorato verso Bolandrini, al ballottaggio contro l’ex senatore Augusto Pirovano.

“Quella di nominare Augusto Baruffi presidente del consiglio comunale è una scelta politica, – ha proseguito Bolandrini – dettata dalla volontà di conferire il compito super partes di garante del regolare, civile e trasparente svolgimento dei lavori del consiglio a quell’opposizione che si è dimostrata aperta al cambiamento”.

“Sono molto soddisfatto di questa nomina – ha dichiarato Baruffi – perché significa, da parte di Bolandrini, voler dare un ruolo alle opposizioni. Questa è la politica costruttiva che si oppone alla lotta dura”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.