BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Tre truffe con furti ad anziani in una settimana a Treviglio

È di tre episodi nel giro di una settimana il bilancio dei furti messi a punto da un uomo e una donna di mezza età ai danni di persone anziane nel territorio trevigliese.

È di tre episodi nel giro di una settimana il bilancio dei furti messi a punto da un uomo e una donna di mezza età ai danni di persone anziane nel territorio trevigliese.

Il modus operandi con cui hanno colpito nelle abitazioni sparse tra via Dei Mulini, viale Oriano e via De Gasperi è il medesimo, ossia: allontanare con una scusa l’inquilino dalla sua abitazione per poi intrappolarlo nell’ascensore in modo da avere campo libero per svaligiarne l’appartamento senza alcun intoppo.

Nel caso del colpo messo a segno nella mattinata di lunedì 27 giugno (l’ultimo in ordine di tempo risale a mercoledì 29 giugno) le vittime nel mirino dei delinquenti erano una coppia di anziani coniugi residenti in via De Gasperi.

Calandosi nei panni di un fattorino giunto per la consegna di un pacco, uno dei due malviventi ha fatto in modo che la donna lo raggiungesse al piano terra. Al momento della consegna della corrispondenza, però, il finto corriere avrebbe preteso un documento d’identità dell’anziana, costringendola a risalire nel suo appartamento per recuperarlo.

Ed è proprio in quel momento che uno dei complici avrebbe bloccato l’ascensore togliendone l’alimentazione, facendo in modo che la donna rimanesse intrappolata al suo interno. Dopodiché i ladri hanno svaligiato l’appartamento della famiglia indisturbati, noncuranti che all’interno dell’abitazione ci fosse anche l’anziano marito malato della donna.

Sul posto, allertata dagli stessi interessati, è intervenuta la Polizia di Stato del Commissariato di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas, la quale è attualmente sulle tracce della coppia di malviventi che, da quanto emerso analizzando caso dopo caso, difficilmente farebbero ricorso all’uso di violenza.

Per prevenire questo tipo di truffa nei confronti di persone anziane, il vice questore aggiunto Murtas ha lanciato un appello: “Per evitare il ripetersi di questi episodi, è necessario prestare la massima attenzione evitando, quindi, di allontanarsi da casa lasciando le porte aperte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.